Contro blitz

La guerra dei citofoni: consigliere M5S suona alla sede della Lega a Milano

Ha provocatoriamente chiesto: "E i 49 milioni?".

24 Gennaio 2020 ore 12:45

Ormai è scoppiata la guerra dei citofoni. Ha fatto scalpore il blitz di Matteo Salvini, che durante la campagna elettorale a Bologna è andato a citofonare a casa di una famiglia tunisina, chiedendo “Ma è vero che voi spacciate?”. Tanto che il grillino milanese Marco Degli Angeli s’è inventato una “risposta” provocatoria: s’è presentato alla sede della Lega in via Bellerio, a Milano, e ha provocatoriamente chiesto: “E i 49 milioni?”.

Consigliere M5S citofona alla Lega

“Visto che a quanto pare la soluzione a ogni problema è citofonare, ho provato a suonare alla sede della Lega, in via Bellerio. I cittadini ci avevano informato che lì ci sono 49 milioni di soldi pubblici spariti. Volevamo dare alla Lega l’occasione di riabilitarsi, o al contrario di farci vedere come sono fatti 49 milioni di euro. Noi non ne abbiamo idea, dal momento che la parte in più del nostro stipendio la restituiamo ai cittadini. Secondo voi ci hanno aperto?”.

Così Marco Degli Angeli, consigliere regionale del Movimento Cinque Stelle in Lombardia, “in risposta” a Matteo Salvini.

Da GiornaledeiNavigli.it

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità