Menu
Cerca
Pressing su Roma

Vaccini, il premier e mago della finanza ha da imparare da Zaia: "Vai sul Mercato!"

Solo nel fine settimana il Veneto chiuderà le vaccinazioni degli over 80: "Bisogna rompere il muro del contratto europeo".

Vaccini, il premier e mago della finanza ha da imparare da Zaia: "Vai sul Mercato!"
15 Aprile 2021 ore 09:43

Il presidente del Veneto in pressing sul Governo: “Deve rompere il muro del contrato europeo, rivelatosi insufficiente, e cercare vaccini sul mercato”.

Vaccini, il premier e mago della finanza ha da imparare da Zaia

Lui che, come la spassosa imitazione di Crozza ha più volte evidenziato, ogni tanto su numeri e conti ci inciampa, ora sala in cattedra e dà lezioni al “mago della finanza” e premier Mario Draghi. Il tema? Ma naturalmente quello dei vaccini, dove l’Italia e l’Europa (e il Veneto di conseguenza) stanno facendo una magra figura rispetto a molti altri paesi: più organizzati, più riforniti e dunque molto più avanti nelle vaccinazioni.

“Spero che il presidente del Consiglio decida di rompere il muro del contratto europeo e cercare vaccini. Perché comunque sul mercato ci sono, o comunque ci sono le offerte”.

Così il presidente del Veneto nei giorni scorsi, durante il tradizionale punto stampa da Marghera. Troppi ritardi, tira e molla e difficoltà nella campagna nazionale. Ed ecco che Zaia ha rincarato la dose (non di vaccino, purtroppo):

“In questo momento non abbiamo vaccini e io sono stato criticato perché avevo parlato di un mercato parallelo, vedo con piacere che ora anche il presidente del Consiglio ora sostiene di volersi rivolgere al mercato”.

LEGGI ANCHE: L’ordine dei medici all’attacco: “Dosi vaccino vanno acquistate sul mercato”

Ieri alla trasmissione  “Mattino Cinque”, il Governatore è tornato sull’argomento:

“Non è possibile che ci dicano che mancano i vaccini, quando la Gran Bretagna ha superato il 40% di vaccinati e Israele ha vaccinato tutta la popolazione”.

“I vaccini in giro per il mondo ci sono, ma ho l’impressione che in Europa non abbiano mandato di certo i più performanti a trattare – ha proseguito Zaia – Rendiamoci conto che quella trattativa è insufficiente. In queste ore c’è ancora chi ci contattata per farci delle offerte, Draghi mandi qualcuno a verificare le offerte del mercato“.

L’appello agli over 80 “dispersi”

Intanto questo fine settimana il Veneto chiuderà le somministrazioni per gli over 80. E questo è senz’altro un dato positivo. Ma resta sempre il tema più delicato.

“Sarà inevitabile che qualche reduce ci sia – ha chiarito – Se nessuno è stato informato si guardi bene ovunque perché saranno consentiti accessi. Pur mantenendo gli ordini di scuderia. Alcune persone non rispondono. Abbiamo scritto, inviato messaggi, fatto di tutto.

Alcuni cittadini non hanno proprio dato cenni. Se qualcuno è disperso però potrà vaccinarsi lo stesso. Nessuno resta indietro. Lancio un appello agli over 80: in queste ore state attenti alla comunicazione. Se non siete riusciti a prenotare o non avete ricevuto una telefonata, fate un passo avanti voi. Inserendo il codice fiscale sul sito delle prenotazioni potrete avere una corsia preferenziale“.