Altro

Dj Max, lezione di musica e di vita

La storia di Max Carrara, dj professionista innamorato della vita e della musica che da ventanni è costretto a muoversi su una sdia a rotelle.

Dj Max, lezione di musica e di vita
Altro 27 Maggio 2016 ore 16:50

La storia di Max Carrara, dj professionista innamorato della vita e della musica che da ventanni è costretto a muoversi su una sdia a rotelle.

Si chiama Massimiliano Frullani, in arte dj Max Carrara, un dj professionista che ha delle caratteristiche che lo rendono davvero unico: una “quattro ruote” e un incredibile amore per la vita. Max ha 43 anni, vive a Pellegrina di Isola della Scala ed è affetto dalla distrofia di Becker, una malattia genetica che colpisce le fibre muscolari.

Da circa vent’anni, a causa di questa patologia, Max si muove su una sedia a rotelle. Il suo «limite» però è diventato uno stimolo per mettere a frutto le sue capacità e inseguire la sua passione più grande: la musica. Sentirlo, è una autentica botta di entusiasmo contagioso. «Sono un ragazzo solare, innamorato della vita e della musica - dice - Credo nella musica e nel suo potere, come terapia infallibile per la felicità. La vita è meravigliosa e sono più che convinto che sia di fondamentale importanza inseguire le proprie passioni».

La musica ha sempre avuto un ruolo fondamentale nella sua vita: «Fin da piccolissimo amavo creare le mie compilation su musicassetta stando attaccato alla radio. All’età di 14 anni ho cominciato a mixare i primi vinili, a comprarmi i mixer e a suonare alle feste private. La malattia peggiorava, ma la voglia di continuare a suonare era sempre più forte».

E anche col passare degli anni, la passione resta: «Mi emoziono ancora quando vedo che la gente si diverte con la mia musica, che al termine della serata viene a chiedermi i contatti o a  complimentarsi. Quando suono, per me è una liberazione che mi permette di volare con la fantasia… come se fossi a bordo di un deltaplano».