Altro

La Pace arriva di "corsa"

Peace Run, la staffetta della pace più lunga del mondo attraversa la città di Verona

La Pace arriva di "corsa"
Altro Villafranca, 23 Maggio 2017 ore 13:00

Peace Run, la staffetta della pace più lunga del mondo attraversa la città di Verona

La staffetta della Peace Run arriverà a Verona il pomeriggio del 23 Maggio a Piazza Bra (ore 14.30) dove incontrerà studenti docenti e Dirigenti delle scuole veronesi oltre che rappresentanti istituzionali e di realtà associative.

Questo è il programma previsto:
• 14:30, arrivo della Peace Run in piazza Bra;
• il coro Adamus e il coro voci bianche Adamus dell'Accademia musicale di Verona intoneranno l'Inno ufficiale della Peace Run;
• accoglienza ufficiale da parte delle autorità;
• la staffetta presenterà la propria mission in maniera coinvolgente e relazionale, promuovendo il messaggio di fondo della Peace Run, il mondo è una casa comune per tutta l'umanità;
• studenti ed insegnanti saranno coinvolti nel solenne rituale passaggio di mano in mano della fiaccola della Pace;
• 15:45 cca, ripartenza del team.

L'iniziativa si svolge sotto il Patrocinio del Comune di Verona in collaborazione con l'Assessorato all'Istruzione: la piena progettazione dell'evento è stata resa possibile grazie al contribuito significativo del Comune di Verona ed in particolare agli sforzi profusi dall'Assessorato all'Istruzione.

Gli studenti della Consulta provinciale del MIUR stanno promuovendo e sostenendo l'iniziativa in moltissimi tavoli tecnici interistituzionali ed associativi. Per la dott.ssa Annalisa Tiberio, da anni impegnata nelle politiche giovanili del MIUR “bisogna sostenere una educazione alla pace che parta dalle relazioni”.

Il prof. Stefano Quaglia, direttore del MIUR - USR di Verona, afferma anche che “non si arriva alla pace senza un’educazione al rispetto della vita”.

Il coro Adamus di Verona e il coro di voci bianche Adamus saranno presenti in Piazza Bra martedì 23 Maggio e sotto la direzione del maestro Marco Tonini intoneranno l'Inno ufficiale della corsa. Molti di loro si esibiscono nei maggiori teatri italiani compresa l'Arena. “Siamo qui”, dice la presidente Elisabetta Zucca, “per un omaggio del tutto gratuito al bene della pace”.

Nel 2017 la Peace Run celebra i trent'anni dalla sua fondazione quando nel lontano 1987 Sri Chinmoy diede vita alla corsa a staffetta più lunga del mondo sul tema della Pace. Quest'anno in Europa, la Peace Run attraverserà Inghilterra, Olanda, Germania, Francia, Svizzera, Italia, Slovenia, Austria, Repubblica Ceca, Slovacchia, Polonia, Lituania, Ucraina, Bielorussia.

La Peace Run ha ottenuto il sostegno e l’incoraggiamento di numerose leader di istituzioni internazionali come ad esempio nel caso dell’endorsement dell’allora presidente dell’Assemblea Generale UNESCO Davidson, che ha definito Peace Run uno strumento concreto di pace, e dell’allora presidente del Consiglio Europeo, Van Rompuy, il quale ha riconosciuto la valenza culturale del progetto in quanto strumento di educazione alla pace.

Peace Run ha da sempre avuto il sostegno di numerosi personaggi del mondo culturale, istituzionale, spirituale e sportivo, come i premi nobel Nelson Mandela, Desmond Tutu, Mikhail Gorbachev, Madre Teresa e per continuare Giovanni Paolo II, la Regina Elisabetta, Carl Lewis e Tegla Loroupe (che presenzierà alla celebrazione finale a Minsk il prossimo 7 Luglio).

Aderente alla filosofia della Peace Run è l'idea che la pace a livello collettivo sia il frutto di un percorso interiore individuale dove arte, musica e sport costituiscono strumenti di ricerca e di crescita delle coscienze.

La Peace Run porge il suo messaggio di pace e unità così ai bambini delle scuole come alle istituzioni e alle rappresentanze culturali attraverso il passaggio rituale di mano in mano della Fiaccola della Peace Run, simbolo di unità fra gli uomini.

La corsa si concretizza grazie a staffette di ragazzi di differente provenienza sociale che percorrono il mondo con la Fiaccola della Pace gratuitamente e senza sponsor proprio per preservare la purezza del messaggio sotteso. La Peace Run è un modello concreto di visione della Pace come ricerca, sacrificio e responsabilità essenzialmente individuale capace poi di trasformarsi in pace collettiva: la pace nel mondo potrà essere soltanto il risultato della pace interiore del singolo individuo che proietta all'esterno inevitabilmente ciò che ha dentro.

La Peace Run si inserisce, quindi, anche come prevenzione culturale al bullismo e ribadisce che la pace nel mondo inizia da noi ed è responsabilità di ciascuno.

Seguici sui nostri canali