Altro

Vapitaly 2018 una fiera dedicata agli appassionati

Politici e vip, insieme agli appassionati, hanno tagliato il nastro.

Vapitaly 2018 una fiera dedicata agli appassionati
Altro Verona Città, 21 Maggio 2018 ore 07:03

Vapitaly 2018 una fiera dedicata agli appassionati. Politici e vip, insieme agli appassionati, hanno tagliato il nastro.

A Veronafiere, la più importante manifestazione europea dedicata al vaping. Impegno della politica per detassare l’e-cigarette

Inaugurata sabato

Taglio del nastro ufficiale, sabato 19 maggio mattina, per la quarta edizione di Vapitaly  a Veronafiere 19. L'esposizione sarà fruibile anche per oggi 21 maggio, entrata Re Teodorico.

La Fiera Internazionale del Vaping e della e-cigarette

vapitaly 2018 una fiera

 

La tre giorni (lunedì riservato agli operatori) è il punto di riferimento per l’intero comparto, per produttori di hardware e aromi, per vaper e appassionati, oltre che momento di confronto istituzionale con gli esponenti della politica chiamati a discutere della riforma del comparto. E proprio a livello istituzionali, è di questi giorni l’inserimento del tema sigaretta elettronica nel “contratto” di governo tra Lega e Movimento 5 Stelle, un’anteprima confermata dagli onorevoli Mattia Fantinati (M5S) e Cristiano Zuliani (Lega) che hanno partecipato all’inaugurazione.

 

Un settore forte oltre gli ostacoli

“Malgrado le difficoltà e le incognite legislative – ha sottolineato Mosè Giacomello, presidente di Vapitaly – questa fiera dimostra che il settore del vaping è forte e vuole essere protagonista nel mercato italiano. C’è grande soddisfazione per numeri di presenze e partecipazione degli espositori, soprattutto internazionali, e ci sono anche presupposti concreti di crescita, con una politica che dimostra un’attenzione diversa al comparto”. A Vapitaly 2018 si sono dati appuntamento tutti i maggiori player del settore, i politici e gli influencer conosciuti e amati dal grande pubblico dei vapers.

vapitaly 2018 una fiera
Mosè Giacomello - Maurizio Danese

Altissimo l'interesse

“Quello che si nota di questa manifestazione – ha detto Maurizio Danese, presidente Veronafiere Spa – è il grandissimo interesse che suscita negli appassionati. Un vero entusiasmo che la dice lunga su quanto sia buona l’intuizione di Vapitaly di realizzare una fiera dedicata a questo settore: mi auguro che il governo confermi il proprio impegno nel ridurre l’extra tassazione imposta sulla sigaretta elettronica. Per quanto riguarda Vapitaly fa parte di quelle rassegne che definiamo “passion driven”. Ve ne sono molte nel portafoglio di Veronafiere e sono oggetto, come quelle b2b, del nuovo piano industriale che presenteremo entro luglio”.

Le promesse di un impegno normativo

Dal punto di vista politico, ci sono le conferme di un impegno a livello normativo per ridurre la tassazione sulla sigaretta elettronica. “Per noi quella della detassazione – ha confermato Mattia Fantinati del Movimento 5 Stelle – è una battaglia fondamentale. L’abbiamo esplicitamente inserito nel punto 11 del contratto di governo perché, come spesso accade, una volta che lo Stato vede che c’è un settore in crescita lo vessa di tasse, mentre noi vogliamo farlo crescere per renderlo competitivo a livello europeo”. Anche il senatore della Lega Cristiano Zuliani ha ribadito: “Il successo di questa fiera è importante ed è strategico che sia realizzata a Verona. Rimane il tema della tassazione, ma l’impegno di Matteo Salvini è sempre stato chiaro da questo punto di vista, quindi stiamo lavorando per abbattere la tassazione e aiutare la gente a smettere di fumare”.

Vapitaly 2018, la manifestazione

Con oltre 23.500 tra operatori e appassionati che, l’anno scorso, hanno visitato la fiera, Vapitaly si è attestata come prima manifestazione europea di settore, superando Parigi e Manchester. Nel 2017 Vapitaly ha ottenuto il riconoscimento di Fiera Internazionale da parte della Regione Veneto. Per questa quarta edizione, saranno presenti nei padiglioni 11 e 12 di Veronafiere, 171 espositori, di cui il 50% stranieri, provenienti in particolare da Cina, Stati Uniti e Francia. I professionisti del settore presenteranno ai consumatori italiani le ultime novità sia in termini di innovazioni tecnologiche e di hardware che per quanto riguarda le tendenze in fatto di gusti e aromi da svapare. L’ingresso a Vapitaly è gratuito con registrazione obbligatoria sul sito www.vapitaly.com. La manifestazione è riservata a un pubblico maggiorenne. Per ragioni di sicurezza non è consentito l’ingresso agli animali. vapitaly 2018 una fiera

Il vaping in Italia

vapitaly 2018 una fieraL’Istituto Superiore di Sanità stima che, in Italia, utilizzino la sigaretta elettronica 1,3 milioni di vaper (cioè il 2,5% della popolazione) di cui il 7% sono donne, con un giro d’affari complessivo pari a oltre 250 milioni di euro. L’84% degli svapatori italiani viene definito dual – user, cioè usa la sigaretta elettronica alternandola a quella tradizionale e, nella stragrande maggioranza dei casi, proprio allo scopo di smettere di fumare e di ridurre l’uso di tabacco. Il mercato complessivo italiano della sigaretta elettronica è passato dai 97 milioni di euro di valore del 2015, ai 251 milioni dell’anno scorso.

Numeri e tendenzevapitaly 2018 una fiera

In Italia si stima che siano aperti tra i mille e i 1300 vape store, distribuiti in tutto il territorio nazionale, ma localizzati in particolare in Lazio (18% del totale), Lombardia (15%), Sicilia (10%) e Veneto (9%). Il mercato italiano della sigaretta elettronica risulta essere piuttosto frammentato, con numerosi negozi indipendenti a rappresentare la maggioranza del mercato. Non mancano, tuttavia, le grandi catene che operano in franchising: le tre maggior catene italiane rappresentano circa un terzo di tutti i negozi oggi presenti nel nostre Paese. Si stima che il settore dia lavoro a 10mila addetti diretti, con un indotto di oltre 30mila lavoratori.

Il vaping fenomeno di costume – Presenze a Vapitaly 2018

Oltre a mercato in potenziale crescita, quello del vaping è anche fenomeno di costume. Dal punto di vista sociale, gli utilizzatori della sigaretta elettronica sono definiti come una “tribù” (come gli hipster o i biker di cui talvolta incrocia estetica e caratteristiche) con propri codici, modelli espressivi e linguaggio condiviso. Il vaping è, quindi, uno degli “stili di vita” che si propone come modello distintivo all’interno di una collettività. Vapitaly 2018 sarà l’occasione per incontrare tutti i principali influencer e vip del settore. Hanno già confermato la propria presenza il rapper Gué Pequeno e la “Iena” Matteo Viviani (oggi, sabato 19), il comico Andrea Pucci, il rapper Jake La Furia (domani, domenica 20), Paolo Noise e Wender per tutto il fine settimana.