Attualità
Situazione delicata

A Gardaland mancano gli stagionali e le giostre chiudono in anticipo

Tante le proteste, soprattutto tra gli abbonati al parco di divertimenti... Ma la situazione è davvero delicata e rappresenta un po' uno scenario visibile anche in altri settori.

A Gardaland mancano gli stagionali e le giostre chiudono in anticipo
Attualità Garda, 18 Giugno 2022 ore 09:22

13 giostre chiudono alle 19 invece che alle 23. Il motivo? Non c'è il numero sufficiente di lavoratori per tenerle aperte anche in orario serale.

A Gardaland mancano gli stagionali e le giostre chiudono in anticipo

A Gardaland è in corso una vera e propria emergenza stagionali che sta mettendo a dura prova la gestione del parco di divertimenti più famoso d'Italia... Tanto che, appunto, l'organizzazione ha dovuto decidere di "tagliare" gli orari di funzionamento di alcune attrazioni. E la reazione degli utenti, soprattutto di quelli abbonati, non è stata delle più composte: c'è chi chiede un rimborso, chi non vuole proprio rinunciare al divertimento serale, e anche chi ricorda ai responsabili della struttura, che al momento della "sottoscrizione" dell'abbonamento, queste condizioni (la chiusura anticipata) non erano state esplicitate...

Insomma tra i "giuristi" improvvisati e i (giustamente) delusi per il disservizio, per Gardaland il momento non è dei migliori. Il sito web è stato letteralmente preso d'assalto così come i canali social, subito dopo l'annuncio dela direzione di rendere operativa la decisione a partire da questa domenica. Unico strappo alla regola stasera, sabato 18 giugno 2022, in occasione della notte bianca: le attrazioni saranno accessibili fino alle 20.

Tra le giostre inserite nella "black-list" ce ne sono alcune tra le più amate da grandi e piccoli: Jungle Rapids, Magic House, Superbaby, Funny Express, Flying Island, Baby cavalli, Peter Pan, Cinema 4D Experience, Space Vertigo, Colorado Boat,Kung fu Panda Master, Albero di Prezzemolo e pure Baby Canoe.

Mancano i lavoratori stagionali

Purtroppo, però, la decisione della direzione è assolutamente giustificata: mancano i lavoratori stagionali. E non è una novità. Anche in altri settori il problema della carenza di lavoratori è ben noto e sta provocando tutta una serie di criticità, soprattutto nel comparto turistico... I gestori del parco di divertimento, però, hanno anche voluto rassicurare i clienti, affermando che quella in corso sarebbe solo una soluzione momentanea. Infatti in merito alla questione relativa alla chiusura anticipata di alcune attrazioni del Parco Gardaland, l’Amministratore Delegato Sabrina De Carvalho precisa:

Durante l’orario diurno, tutte le attrazioni del Parco sono sempre state e continuano a restare aperte. Da oggi, con l’estensione dell’apertura del Parco fino alle 23, solo alcune attrazioni del Parco saranno temporaneamente chiuse dopo le 19 a causa delle difficoltà che Gardaland, come tutto il settore del turismo, sta riscontrando nella ricerca di personale da assumere per la stagione estiva. Stiamo però continuando ad assumere e attivando tutti gli strumenti per integrare il personale ancora mancante. Mano a mano che si procederà con il recruiting e si raggiungerà il numero necessario di addetti, apriremo progressivamente le attrazioni chiuse per permettere ai nostri visitatori di godere al massimo le giornate al Parco.”

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter