Attualità
Verona

Al Confortini di Borgo Trento prestigioso riconoscimento internazionale alla Chirurgia della Mano

L’unità operativa a forte attrazione anche extraregionale, è anche Centro di Riferimento per la Regione Veneto nel coordinamento del trauma complesso dell'arto superiore.

Al Confortini di Borgo Trento prestigioso riconoscimento internazionale alla Chirurgia della Mano
Attualità Verona Città, 06 Luglio 2022 ore 15:21

L'Unità Operativa Complessa di Chirurgia della Mano e Microchirurgia dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona trasferitasi recentemente presso il Polo Chirurgico Confortini Borgo Trento e diretta dal dott. Massimo Corain, ha ottenuto il riconoscimento di eccellenza internazionale, “European Hand Trauma and Replantation Center” dal coordinamento scientifico europeo FESSH (Federation of European Societies for Surgery of the Hand).

Al Confortini di Borgo Trento prestigioso riconoscimento internazionale alla Chirurgia della Mano

L’unità operativa a forte attrazione anche extraregionale, è anche Centro di Riferimento per la Regione Veneto nel coordinamento del trauma complesso dell'arto superiore.

Nelle ultime settimane, infatti è in aumento la richiesta di presa in carico di pazienti afferenti dalla Regione Veneto e dalle provincie delle regioni limitrofe, affetti da traumi urgenti e indifferibili a carico dell'arto superiore. Non mancano le fratture complesse da traumi motociclistici o sportivi che nel periodo estivo vedono statisticamente un picco di incidenza e che talvolta necessitano di un approccio multidisciplinare con i colleghi dell'Ortopedia o della Chirurgia del Polo Chirurgico Confortini.

“Abbiamo rilevato - afferma il dr. Corain - un incremento dell'incidenza di traumi in età pediatrica, presi in carico e gestiti grazie all'approccio multispecialistico pediatrico del Polo Materno Infantile di Borgo Trento. Si tratta prevalentemente di traumi domestici, ora che le scuole sono chiuse, come la grave lesione da tosaerba al piede di un bambino di un anno e mezzo. Trasferito in elicottero dalla provincia di Trento, che ha richiesto la ricostruzione microchirurgica di due dita, o le ferite multiple a carico di tendini e nervi del braccio di un adolescente, causata dalla rottura di una vetrata non vista durante il gioco”.

L'approccio al paziente pediatrico richiede una super-specializzazione nell'ambito della chirurgia della mano che prevede, ancor più per il trattamento della deformità congenite dell'arto superiore, un aggiornamento continuo ed un confronto su larga scala a livello nazionale ed internazionale. Si è svolto infatti la settimana scorsa presso la sala congressi di un hotel di Bardolino il meeting bi-annuale di una società scientifica internazionale (Pediatric Hand International Society of Surgeons) che raduna specialisti di tutto il mondo dedicati alla chirurgia della mano pediatrica, sia traumatica che malformativa, di cui il dr. Corain sarà presidente per i prossimi due anni”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter