Menu
Cerca
Verona

Alla Spianà il Platys Centre, un’area sportiva di nuova generazione a impatto zero

Cinquantamila metri quadri che saranno riqualificati e dedicati allo sport e all’aggregazione, sui quali verranno utilizzate le ultime metodologie di costruzione altamente performanti.

Alla Spianà il Platys Centre, un’area sportiva di nuova generazione a impatto zero
Attualità Verona Città, 11 Giugno 2021 ore 17:59

Sarà il primo centro sportivo sostenibile d’Europa certificato dal “Green Building Council”. Di nuova generazione e a impatto zero.

Alla Spianà il Platys Centre

E' il Platys Centre, pronto a sorgere in fondo a via Albere, dove inizia la Spianà, esattamente nell’ex area sportiva dei dipendenti Glaxo. Cinquantamila metri quadri che saranno riqualificati e dedicati allo sport e all’aggregazione, sui quali verranno utilizzate le ultime metodologie di costruzione altamente performanti. Il tutto rispettoso dell’ambiente, con materiale riciclato, pannelli solari, impiantistica ad emissione zero. La Giunta comunale ha approvato la proposta di progetto, che ora sarà votata dal Consiglio comunale. La società Bio Campus Sporting, lo scorso 12 ottobre 2020, aveva presentato permesso di costruire convenzionato, in attuazione diretta e compatibile con l’attuale Piano degli Interventi.

Il progetto prevede la realizzazione di un ipogeo coperto a verde, una piscina esterna in formato laguna, una vasca per bambini. E ancora, due piastre polivalenti, 2 campi da tennis, 4 da padel, uno da calcio a 5, 2 da beach volley, uno da bocce, 2 da calcio a 11, uno da calcio a 7. Così come bar, ristorante, palestra e spogliatoi, oltre che un parcheggio esterno. Il tutto recuperando le strutture già esistenti.

Rigenerazione urbana

Oggi venerdì 11 giugno 2021, in diretta streaming, il sindaco Federico Sboarina e l’assessore all’Edilizia sportiva Andrea Bassi hanno presentato il progetto di rigenerazione urbana, del quale godrà tutto l’edificato della zona. Il primo cittadino:

“Un intervento di riqualificazione importante che ridarà nuova vita ad un’intera area sportiva. All’interno di un contesto verde molto bello, dove già si trovano tanti impianti di eccellenza, sorgerà questo centro, la cui progettazione ha già avuto un importante riconoscimento europeo. Il tutto in una zona centrale della città e quindi fruibile da tantissimi cittadini. Un polmone verde dove si potrà fare sport e stare insieme che va nella direzione di migliorare continuamente i nostri quartieri”.

“Il valore di questo progetto va oltre la struttura sportiva, ma sarà nel nuovo modo di progettare e costruire che sarà applicato – ha detto Bassi -. Modalità ecologiche e a impatto zero che vogliamo si diffondano sempre più in città, con coperture degli edifici a verde, impianti senza emissioni e risparmio energetico. Un centro all’avanguardia che speriamo di veder presto sorgere e che migliorerà l’edificato di tutta la zona, creando un nuovo polo aggregativo in mezzo al verde”.