Attualità
La nota del Comune

Casa di Giulietta, i negozianti aprono i cancelli a Capodanno: interviene la Polizia

L'assessora alla Cultura Ugolini: "Confermata la necessità di una gestione attenta del sito"

Casa di Giulietta, i negozianti aprono i cancelli a Capodanno: interviene la Polizia
Attualità Verona Città, 03 Gennaio 2023 ore 09:39

La fase di sperimentazione dell'accesso al Cortile della Casa di Giulietta, dal 6 dicembre all'8 gennaio, prevedeva la chiusura della sede nei giorni di Natale a Capodanno.

Casa di Giulietta, i negozianti aprono i cancelli a Capodanno: interviene la Polizia

"Quanto accaduto il 1° gennaio nel Cortile della Casa di Giulietta conferma la necessità di una gestione attenta del sito".

Lo affermano, in una nota congiunta, le assessore alla Cultura Marta Ugolini e alla Sicurezza Stefania Zivelonghi, che spiegano le modalità della sperimentazione dell’accesso al Teatro Nuovo in atto dal 6 dicembre all’8 gennaio. Con questa sperimentazione, l'accesso al Cortile della Casa di Giulietta avviene attraverso il Teatro Nuovo in piazzetta Navona, per regolare il flusso di visitatori e salvaguardare la sede.

In particolare, si spiega nella nota che le uniche due date di chiusura del Museo Casa di Giulietta, nel giorno di Natale e del 1° gennaio, rientrassero nell’accordo della sperimentazione e siano state oggetto di ulteriore avviso ai comproprietari del Cortile e ai loro locatari. I negozianti erano stati quindi ampiamente informati delle chiusure programmate e del fatto che in tali date il Comune non avrebbe aperto l'accesso al Cortile né impiegato personale apposito.

La nota del Comune

“Ci siamo premurati di ricordare ai comproprietari del Cortile che nelle giornate del 25 dicembre e 1° gennaio, in cui la Casa di Giulietta come tutti i musei nazionali sono chiusi, non sarebbe stato giustificabile l'impiego di risorse pubbliche dedicate per la sorveglianza al solo Cortile – afferma l’assessora alla Sicurezza Zivelonghi-. I servizi di sicurezza della Polizia locale sono stati riservati alle vie pedonali circostanti. Tuttavia gli agenti sono dovuti intervenire per regolamentare l’affluenza di persone che si è registrata nel Cortile dopo l’apertura di alcune attività commerciali e, di conseguenza, del cancello su via Cappello. Questo episodio conferma, ancora una volta, il ruolo del museo e del Comune come pubblici garanti della sicurezza nel cortile di Giulietta”.

"Un luogo così noto e così visitato nella città comporta responsabilità nella sua gestione e non può essere lasciato a iniziative estemporanee- commenta l’assessora alla Cultura Ugolini-. L'immagine della città e la soddisfazione dei turisti dei luoghi di Giulietta richiedono un approccio completo che tenga conto dell'esperienza offerta ai visitatori. Come Comune, siamo al lavoro su questi temi e presto presenteremo i risultati della sperimentazione attuata al cortile di Giulietta”.

Seguici sui nostri canali