Menu
Cerca
Sciopero in vista

Disney Store chiude i negozi in Italia tra cui quello di Verona: indetto lo stato di agitazione

Una decisione grave, di un marchio importante, punto di riferimento in molti centri storici per adulti e bambini, che ha comunicato la decisione senza dare nessuna prospettiva o avanzare proposte per la tutela occupazionale.

Disney Store chiude i negozi in Italia tra cui quello di Verona: indetto lo stato di agitazione
Attualità Verona Città, 25 Maggio 2021 ore 18:02

I prossimi saranno gli ultimi mesi in Italia per Disney Store, la catena internazionale di negozi specializzati nella vendita di prodotti Disney.

Disney Store chiude i negozi in Italia

La direzione societaria ha comunicato alle organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs di voler chiudere tutti i negozi sul territorio. Ora sono più di 230 i dipendenti occupati nei circa 15 punti vendita, tra cui quello di Verona, che ora con il fiato sospeso per la terribile notizia che è arrivata come un fulmine a ciel sereno.

Una decisione che, come ribadiscono i sindacati, è arrivata a cose fatte, con la messa in liquidazione della società avvenuta il 19 maggio 2021. Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs spiegano:

"Dopo l’emergenza sanitaria e le tante restrizioni, i periodi di cassa integrazione alternati a periodi di lavoro non certo brillanti, dopo l’anno più difficile, ora più di 230 famiglie dovranno affrontare un’ulteriore fase difficile e piena di incertezza. Una decisione grave, di un marchio importante, punto di riferimento in molti centri storici per adulti e bambini, che ha comunicato la decisione senza dare nessuna prospettiva o avanzare proposte per la tutela occupazionale".

Serve un tavolo istituzionale

Oggi, martedì 25 maggio 2021, sindacati e lavoratori si sono trovati in un’assemblea unitaria online per avere un primo confronto sulle iniziative di lotta da mettere in campo. I sindacati chiedono l’attivazione di un tavolo istituzionale con i ministeri dello Sviluppo Economico e del Lavoro.

L’assemblea unitaria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs, partecipata dalla quasi totalità dei lavoratori del colosso americano, ha evidenziato l'importanza dell'attivazione immediata di un tavolo istituzionale con i ministeri dello Sviluppo Economico e del Lavoro e contestuale avvio del confronto con la direzione societaria di Disney Store per conoscere i dettagli della procedura di liquidazione del marchio avviata il 19 maggio 2021.

L’Assise ha deciso anche l’attivazione dello stato di agitazione e la proclamazione 4 ore di sciopero a livello territoriale da organizzare con sit in di protesta davanti ai punti vendita ed ulteriori 4 ore di sciopero da organizzare a livello nazionale. Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs hanno puntualizzato:

"I 233 lavoratori di Disney Store Italia non si arrendono alla dismissione dei negozi e chiedono soluzioni volte a preservare i livelli occupazionali. Una situazione certamente non facile, tenuto conto della dismissione dell’intero perimetro di vendita a fronte di un investimento aziendale orientato tutto sul canale e-commerce. Si attende ora la ricezione della procedura di licenziamento collettivo paventata dalla direzione societaria che, oltre a chiarire i dettagli della presenza in Italia, aprirà la fase di confronto sindacale prevista dalla normativa italiana".

I sindacati tenteranno di percorrere la strada della cessione delle licenze, di definire un accordo sull’incentivo all’esodo volontario e di attivare percorsi di politiche attive volte alla ricollocazione dei lavoratori.