Attualità
Ondate di calore

Emergenza caldo: tutte le misure di prevenzione, informazioni e numeri utili dell’Ulss 9

Le persone maggiormente a rischio di incorrere in sintomi legati alle ondate di calore sono gli anziani, i bambini da 0 a 4 anni, le persone non autosufficienti, coloro che soffrono di patologie e/o in terapia farmacologica.

Emergenza caldo: tutte le misure di prevenzione, informazioni e numeri utili dell’Ulss 9
Attualità Verona Città, 05 Agosto 2022 ore 10:04

Data la riconosciuta criticità dell’effetto delle condizioni climatiche estive estreme sulle condizioni fisiche e sulle patologie, in particolar modo della popolazione anziana e fragile, l’Azienda Ulss 9 Scaligera, che ha messo in campo un piano di interventi per l'emergenza caldo, torna a informare la popolazione sulle misure per la prevenzione del colpo di calore, in un periodo caratterizzato da temperature al di sopra dei valori usuali.

Emergenza caldo

A questo proposito, la Regione Veneto ha istituito un numero verde informativo 800 535 535 (la risposta avviene in tempo reale) per indirizzare gli utenti. Le ondate di calore (heatwaves) sono condizioni meteorologiche estreme che possono verificarsi durante la stagione estiva, caratterizzate da temperature elevate, al di sopra dei valori usuali, che possono durare giorni o settimane.

Queste condizioni diventano particolarmente critiche negli agglomerati urbani per effetto del fenomeno denominato "isola di calore urbano" (urban heat island effect) che è tanto più accentuato quanto maggiore è la dimensione della città.

Categorie a rischio

Le persone maggiormente a rischio di incorrere in sintomi legati alle ondate di calore sono gli anziani, i bambini da 0 a 4 anni, le persone non autosufficienti, coloro che soffrono di patologie e/o in terapia farmacologica.

Gli effetti del caldo sulla salute vanno da sintomi che non arrivano all’attenzione clinica (ad esempio riduzione delle capacità psico-fisiche, ansia, insonnia), a sintomi di maggiore entità (come ipotensione arteriosa, edemi agli arti inferiori), fino ad effetti più gravi che possono determinare il ricorso al Pronto Soccorso o il ricovero in ospedale, soprattutto per aggravamento di una patologia preesistente. Qui potete consultare e scaricare il vademecum per proteggersi dalle ondate di calore.

Chi contattare

La Centrale Operativa del 118, la Guardia Medica e i Presidi Ospedalieri provvedono all’attivazione dell’assistenza extra e intraospedaliera in caso di emergenza.
I Medici Di Medicina Generale (MMG) provvedono all’attivazione di interventi di assistenza continua nei confronti di soggetti al di sopra dei 75 anni di età e/o con patologie croniche.

I Pediatri Di Libera Scelta provvedono all’attivazione di interventi di assistenza
continua nei confronti di neonati e bambini. Chi dovesse avere un problema di salute durante le ore notturne o nei giorni festivi, può chiamare il medico del Servizio di Guardia Medica, ora definita Continuità Assistenziale del territorio di residenza.

Il servizio è attivo la sera di tutti i giorni feriali dalle ore 20.00 fino alle ore 8.00 del mattino successivo. Il sabato e la domenica il servizio è attivo dalle 10.00 del sabato, fino alle ore
8.00 del lunedì mattina. Inoltre, in tutte le festività diverse dalla domenica funziona ininterrottamente a partire dalle ore 10.00 del giorno prefestivo, fino alle ore 8.00 del primo giorno non festivo. A questo link trovate tutti i numeri del Servizio di Continuità Assistenziale.

La COT - Centro Operativo Territoriale - attivata dai Medici di Medicina Generale, dai Pediatri o dai Servizi Sociali degli enti locali per i pazienti ad alto rischio - verifica la sussistenza di bisogni e attiva le risorse più appropriate in riferimento al caso specifico.

I Servizi Sociali Emergenza/Urgenza e le Amministrazioni Comunali hanno il compito di individuare la popolazione a rischio, prestando particolare attenzione ai soggetti fragili e che vivono in solitudine.

A questo link del SISP - Servizio Igiene Sanità Pubblica trovate ulteriori indicazioni, suggerimenti contro le temperature elevate e altri articoli di approfondimento per affrontare l’emergenza caldo con maggiore sicurezza.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter