Attualità
Tutte le info

Ferragosto numeri utili: farmacie, guardia medica, punti tamponi e centri vaccinali

Una comoda "guida" a portata di clic...

Ferragosto numeri utili: farmacie, guardia medica, punti tamponi e centri vaccinali
Attualità Verona Città, 14 Agosto 2022 ore 10:17

Feste di Ferragosto: l’Azienda ULSS 9 Scaligera fornisce una guida utile su farmacie di turno e Servizio di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica), sugli orari di punti tampone e centri vaccinali, con indicazioni per contrastare il West Nile Virus e sulla sicurezza in casa e alla guida di veicoli.

Ferragosto numeri utili: farmacie, guardia medica, punti tamponi e centri vaccinali

FARMACIE DI TURNO. Per conoscere quali farmacie di turno sono aperte anche durante le feste di Ferragosto, si può consultare l’indice a questa pagina del sito dell’ULSS 9. Nel “bottone” di sinistra si possono selezionare le date e cliccando su “cerca” verrà prodotto a destra l’elenco delle farmacie aperte con indirizzo e orario.

EX GUARDIA MEDICA. A questo link del sito Aulss9.veneto.it trovare l’elenco dei punti di Servizio di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica).

PUNTI TAMPONE E CENTRI VACCINALI. Lunedì 15 agosto 2022 sono aperti i Punti Tampone di Marzana (dalle ore 7.00 alle ore 15.00) e di San Bonifacio (dalle ore 9.00 alle ore 15.00). Per orari e modalità di accesso a tutti i punti tampone, potete cliccare su questo link. Lunedì 15 agosto tutti i Centri Vaccinali sono chiusi. Per gli orari degli hub in tutti gli altri giorni potete visitare il sito dell’ULSS 9 Scaligera a questa pagina.

WEST NILE FEVER. L’attenzione e la prevenzione della diffusione del West Nile Disease è massima da parte dell’ULSS 9 Scaligera. L’azione di monitoraggio e d'intervento sul territorio avviene in collaborazione con le Amministrazioni Comunali di Verona e provincia. Fondamentale è anche il ruolo della cittadinanza, chiamata a collaborare con l’ULSS 9 e i Comuni.

Non esistendo al momento un vaccino contro tale malattia, oltre a quanto già svolto dalle istituzioni pubbliche (Comuni e Azienda ULSS 9, AOUI e altri presidi medici), l’unico modo per evitare l’infezione e la malattia è sfuggire alla puntura della zanzara. In quest’ottica, diventa molto importante il contributo che ogni cittadino può offrire per ridurre la diffusione dei vettori e dunque anche del virus da essi potenzialmente trasportato, seguendo poche e semplici regole che trovate anche tra le news del sito dell’ULSS 9:

  1. nelle ore crepuscolari e serali proteggere le parti scoperte del corpo con repellenti e possibilmente, se si sosta per tempi prolungati all’esterno, coprire le braccia e gambe con indumenti
  2. là dove possibile dotare le proprie abitazioni di zanzariere
  3. porre massima attenzione ai ristagni d’acqua nei propri giardini e terrazzi, svuotandoli periodicamente o, altrimenti, sciogliendo in tali ristagni pastiglie larvicide reperibili in farmacia

Poche e semplici regole che, se applicate, possono fare la differenza nella riduzione delle infezioni da West Nile nel nostro territorio provinciale. Per aggiornamenti periodici, a questa pagina sono disponibili i bollettini della Regione Veneto: https://www.regione.veneto.it/web/sanita/arbovirosi

SICUREZZA IN CASA E SULLE STRADE. Gli incidenti domestici rappresentano un problema di sanità pubblica di grande rilevanza In Italia. Secondo i più recenti dati ISTAT, nel 2017 sono stati censiti 4,4 milioni di incidenti domestici, 3,3 milioni di persone coinvolte per una stima di 55,4 infortunati su 1000 abitanti (Istat Multiscopo sulle famiglie: aspetti della vita quotidiana - Anno 2017 INAIL Banca dati statistica). Le categorie più a rischio risultano essere donne, bambini ed anziani. L’ambiente più pericoloso della casa è la cucina, dove avvengono il 38% degli incidenti.

La maggior parte degli incidenti domestici è prevenibile ed evitabile mediante l'adozione di comportamenti adeguati e di misure di sicurezza (nel caso di bambini ed anziani messi in atto anche da parte di genitori, educatori e caregivers quali familiari, badanti, volontari, operatori socio-sanitari).

Secondo i dati ISTAT, nel 2018 si sono verificati in Italia 172.533 incidenti stradali con lesioni a persone, che hanno provocato 3.334 vittime e 242.919 feriti; in Veneto 14.106 incidenti stradali, con 318 vittime e 19.341 feriti. Nonostante il lavoro svolto negli ultimi anni dalle varie Istituzioni coinvolte (Forze dell'Ordine, Comuni, ULSS…), rimane prioritario l’obiettivo di lavorare sulla prevenzione degli incidenti stradali per ridurre la mortalità e gli esiti invalidanti che ne derivano. Tra i comportamenti errati più frequenti sono da segnalare la guida distratta (ad es. per uso del telefono cellulare), il mancato rispetto della precedenza e la velocità elevata. Altre informazioni si possono ottenere cliccando sul sito del SISP - Servizio di Igiene e Salute Pubblica.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter