Attualità
Piazza San Nicolò

La nuova panchina rossa del rispetto: Verona dice "NO" alla violenza sulle donne

La vicesindaca Bissoli: "Una battaglia da affrontare e combattere insieme ogni giorno"

La nuova panchina rossa del rispetto: Verona dice "NO" alla violenza sulle donne
Attualità Verona Città, 11 Gennaio 2023 ore 09:32

Una nuova panchina rossa del rispetto, per ricordare l'impegno quotidiano contro la violenza sulle donne. L'inaugurazione ieri in piazza San Nicolò.

La panchina rossa del rispetto: Verona dice "NO" alla violenza sulle donne

Un simbolo a testimonianza del grande lavoro sociale e culturale che va fatto per combattere la violenza e la discriminazione di genere: una nuova panchina rossa in una piazza della città, frutto della collaborazione tra il Comune di Verona e le associazioni Inner Wheel Club di Verona, Angeli del Bello e Consulta delle Associazioni Femminili di Verona.

Da ieri, in piazza San Nicolò, c’è una nuova panchina rossa a simboleggiare con impegno il ‘NO’ unanime della città ad ogni tipo di violenza contro la donna. La seduta, di proprietà del Comune e riverniciata del simbolico colore rosso dagli Angeli del Bello con il supporto dall'associazione di donne Inner Wheel Club di Verona e della Consulta delle Associazioni Femminili di Verona, ricorda quanto questa tipologia di violenza sia ancora drammaticamente radicata, con conseguenze umane e sociali devastanti.

La vicesindaca Bissoli: "Una battaglia da combattere insieme ogni giorno"

Presente alla cerimonia di inaugurazione anche la vicesindaca e assessora alle Parità di Genere Barbara Bissoli.

“Ringrazio le associazioni del privato sociale – ha dichiarato Bissoli –, che si sono impegnate nell’individuare questa panchina da dipingere di rosso come simbolo della lotta contro ogni tipo di violenza di genere. Una testimonianza importante contro un male che è ancora oggi fortemente presente nella nostra società e che, per questo, non va mai dimenticato. La panchina rossa richiama la necessità di consapevolezza da parte delle donne, perché questa battaglia sia affrontata e combattuta insieme ogni giorno”.

Seguici sui nostri canali