Arredo urbano

La piazza di Sona sarà riqualificata dai giovani studenti di architettura

Il concorso internazionale di idee “Colline moreniche Verona_Morainic identity regeneration competitions” è stato realizzato dal Polo territoriale di Mantova del Politecnico di Milano.

La piazza di Sona sarà riqualificata dai giovani studenti di architettura
Attualità Villafranca, 17 Luglio 2021 ore 16:55

Saranno gli studenti under 35 delle facoltà di architettura, design, ingegneria, paesaggio e urbanistica a ridisegnare la futura piazza di Sona per restituirle il ruolo di cuore pulsante della comunità e i giardini della torre scaligera campanaria di Palazzolo.

Un concorso del Politecnico di Milano

Due siti da riqualificare individuati dal comune di Sona per le due categorie in gara, Urban design e landscape, del concorso internazionale di idee “Colline moreniche Verona_Morainic identity regeneration competitions”, realizzato dal Polo territoriale di Mantova del Politecnico di Milano e inserito nella progettualità del Distretto del Commercio di Sona, Sommacampagna e Castelnuovo in partenariato con il Comune di Valeggio. I giovani professionisti interessati a cimentarsi la valorizzazione e restituzione a nuova vita di due elementi simbolo dell’identità sonese, potranno iscriversi fino al 28 agosto e consegnare gli elaborati entro il 24 settembre 2021 accedendo al sito www.mirc.polimi.it

La formula del concorso

«La formula del concorso è particolarmente interessante perché permette ad amministratori e commercianti di interagire con gli studenti universitari, fornendo stimoli e indicazioni reali per orientare in senso pratico le attività di progetto ma lasciando contemporaneamente piena libertà di interpretazione — spiega la vicesindaca e assessora a commercio, turismo e marketing del Comune di Sona, Elena Catalano — Una rete di memorie, esperienze e competenze differenti che dialoga, grazie al ruolo del distretto del commercio, per costruire progetti realistici in risposta a problemi concreti e criticità rilevate dall’Amministrazione e dalla Comunità».

La piazza di Sona

La scelta di privilegiare lo studio e la riqualificazione di seguenti luoghi è presto spiegata. Alla piazza di Sona, l’amministrazione desidera attribuire nuovamente quella polarità e vitalità limitata dall’attuale conformazione, votata al parcheggio più che alla socialità, oltre che dalla necessità di interventi manutentivi all’accesso al Parco di Villa Trevisani. Tra i desiderata, quello di ripensare alla Piazza come ad uno spazio il più possibile libero da arredi e oggetti fissi ma attrezzabile per accogliere attività e funzioni diverse, che si alternano, integrano e susseguono nel corso della giornata, della settimana, dell’anno.

La torre scaligera di Palazzolo

La torre scaligera di Palazzolo è stata il punto trigonometrico utilizzato per costruire la mappa del territorio circostante e formare la Carta d'Italia terminata nel 1902: in posizione strategica e privilegiata per osservare ancora oggi la vallata dell'Adige, è un luogo apprezzato da turisti e cicloturisti che meritano di sostare in giardini curati ed esaltati da «Un progetto che ne sottolinei l’invidiabile bellezza e la percorribilità lenta, dove la sfida da vincere è rigenerare un luogo senza perdere l’identità storica e paesaggistica delle colline moreniche, puntando con decisione su un turismo sostenibile che possa riscoprire anche le attività commerciali del borgo di Palazzolo» — conclude la vicesindaca, Elena Catalano.