Malcesine

"No alla croce di 18 metri", la protesta sale sul Monte Baldo

Una delle zone più preziose del Monte Baldo potrebbe essere rovinata e comporterebbe un rischio per l’ecosistema.

"No alla croce di 18 metri", la protesta sale sul Monte Baldo
Attualità Garda, 14 Settembre 2021 ore 09:23

Sono più di 100 le persone che si sono ritrovate alla stazione dell’arrivo della Funivia di Malcesine per protestare contro l’installazione della croce alta 18 metri, realizzata dalla scultore Andrea Trisciuzzi in onore di Papa Giovanni Paolo II.

"No alla croce di 18 metri"

Il Monte Baldo è sicuramente uno dei punti panoramici più suggestivi che si affaccia sul Lago di Garda e, l’amministrazione comunale di Malcesine, ha autorizzato una società privata ad installare una croce di 18 metri dedicata a Papa Wojtyla sulla cima del Monte Baldo. Ambientalisti e cittadini però si oppongono a nella giornata di domenica 12 settembre 2021 hanno deciso di far sentire nuovamente la loro voce salendo sul monte baldo con un grande striscione con la scritta: “Non mettiamoci una croce sopra”.

Rischio per l’ecosistema

Il comitato “Amici e amiche del Baldo” ha deciso di organizzare la manifestazione che ha visto la partecipazione di più di 100 persone e, durante la manifestazione ha ribadito:

“Tuteliamo l'orto botanico d'Europa, patrimonio di cui siamo custodi ed invidiatoci da tutta Europa. Non svendiamolo al business di pochi”.

Una delle zone più preziose del Monte Baldo potrebbe essere rovinata e comporterebbe un rischio per l’ecosistema dato che, per installare la croce e permettere ai turisti di ammirarla serviranno strade asfaltate che ad oggi sono sterrate e assolutamente vietate al transito turistico, parcheggi costruiti in zone montane dalla natura incontaminata, costruzione di infrastrutture, quali bagni pubblici, ove ad oggi non ci sono neanche le fogne e tantomeno l’acqua. Porterebbe ad un innalzamento dell’inquinamento ambientale e acustico, presenza di rifiuti da smaltire e non solo.

(fotto: comitato “Amici e amiche del Baldo” )