Attualità
Verona

Nuovo impianto sportivo alla Bassona, depositato progetto preliminare per accedere ai fondi Pnrr

L’intervento, stimato in un costo di 2 milioni e 700 mila euro, è al vaglio ministeriale.

Nuovo impianto sportivo alla Bassona, depositato progetto preliminare per accedere ai fondi Pnrr
Attualità Verona Città, 13 Aprile 2022 ore 16:12

Sotto una palestra polifunzionale, con spogliatoi e bagni, sopra spazi per la psicomotricità, uffici e aule per il quartiere.

Nuovo impianto sportivo alla Bassona

Alla Bassona potrebbe essere realizzato presto un nuovo impianto sportivo, attiguo alle scuole primarie Vilio e all’infanzia Rodari. L’Amministrazione comunale ha già depositato il progetto preliminare per accedere ai fondi stanziati dal Pnrr- Piano nazionale ripresa e resilienza, per la costruzione di ‘Strutture sportive per le scuole’.

Il fabbricato, che sorgerebbe nell’area verde di proprietà comunale tra via Bassone e via Borsellino, avrebbe una duplice funzione. Vista la comodità potrebbe essere usato dagli studenti che, al momento, non hanno uno spazio idoneo per praticare sport e attività motoria. Così come dai residenti del quartiere, urbanizzato ma sprovvisto di strutture simili e aggregative che non siano gli spazi parrocchiali.

L’intervento, stimato in un costo di 2 milioni e 700 mila euro, è al vaglio ministeriale. Nel caso venissero confermati i fondi, si procederà con il progetto definitivo ed esecutivo, il bando di gara, l’assegnazione dei lavori e il cantiere.

In diretta streaming, il sindaco Federico Sboarina e gli assessori ai Lavori pubblici Luca Zanotto e all’Urbanistica Ilaria Segala hanno annunciato di aver già formalizzato la domanda. Si allunga così l’elenco delle opere che presto potrebbero essere realizzate in città grazie ai fondi del Pnrr. Dalle piste ciclabili alla rigenerazione di case popolari e forti magistrali, dal restauro di palazzi storici alla sistemazione di scuole.

Un impianto di questo tipo sarebbe funzionale non solo alle scuole ma anche all’intero quartiere, sprovvisto di una vera e propria palestra – ha detto il sindaco -. In questo modo rispondiamo alle esigenze sia dei bambini che degli adulti. Il terreno è già di proprietà comunale, mancano solo i finanziamenti che speriamo possano essere confermati presto”.

“Un’altra progettazione del Comune che nasce dalle reali esigenze del territorio – ha aggiunto Zanotto -. Un investimento per tutto il quartiere che potrebbe beneficiare di una struttura per lo sport. Una palestra aperta anche in orario serale e quindi punto aggregativo per la Terza circoscrizione, la più popolosa di Verona”.

“La Bassona ha avuto nel passato una forte urbanizzazione, ma nessuna opera compensativa – ha concluso Segala -. Andiamo quindi a sanare quello che altri non hanno fatto, restituendo al quartiere un’area nuova per la socialità e il benessere dei residenti”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter