Attualità
Verona

Obbligo di infossare le carcasse di avicoli colpiti dal virus dell’influenza aviaria, firmata l’ordinanza

Nel caso il terreno individuato non dovesse rispondere alle caratteristiche richieste, si dovrà procedere ad infossare le carcasse degli animali colpiti dal virus presso impianti autorizzati per la distruzione delle stesse.

Obbligo di infossare le carcasse di avicoli colpiti dal virus dell’influenza aviaria, firmata l’ordinanza
Attualità Verona Città, 06 Dicembre 2021 ore 10:46

Il sindaco Federico Sboarina ha firmato un’ordinanza che dispone ai titolari degli allevamenti di avicoli presenti nel territorio comunale di Verona di infossare le carcasse in terreni adiacenti agli allevamenti colpiti dalla malattia.

Obbligo di infossare le carcasse di avicoli

L’infossamento potrà essere eseguito previo parere favorevole di un tecnico competente (geologo) in merito all’idoneità del terreno individuato, in osservanza alle indicazioni fornite da ARPA Veneto, sulle procedure di corretto infossamento e sulle caratteristiche della fossa.

Nel caso il terreno individuato non dovesse rispondere alle caratteristiche richieste, si dovrà procedere ad infossare le carcasse degli animali colpiti dal virus, o abbattuti al fine di scongiurare il diffondersi della malattia, presso impianti autorizzati per la distruzione delle stesse.

LEGGI ANCHE:

Aviaria inarrestabile: Asl in difficoltà a gestire lo smaltimento dei 4 milioni di tacchini morti

Il provvedimento è stato deciso a seguito delle indicazioni dell’Ulss 9 Scaligera che ha rilevato presenza di focolai di influenza aviaria in atto nel territorio del Comune di Verona che potrebbero propagarsi. A fine novembre erano state accertate situazioni di pericolo sanitario, che hanno giustificato le misure restrittive di biosicurezza e controllo disposte da Ulss 9 Scaligera in alcuni allevamenti, con la previsione di abbattimento e distruzione di circa 40mila capi.

L’elevata quantità di carcasse di animali da distruggere, ha evidenziato la difficoltà di individuare impianti autorizzati per la distruzione secondo le disposizioni impartite dal Ministero della Salute e dalla Regione Veneto e valutati i potenziali rischi ambientali. Per questo motivo, per evitare di allungare i tempi di attesa per eliminare le carcasse degli animali negli allevamenti colpiti da malattia, si è deciso di poterle infossare in terreni adiacenti ai medesimi, una volta avuto il benestare del tecnico competente.

Seguici sui nostri canali