Attualità
Verona

Orari Ztl e parcheggio in Piazzetta Pescheria: ordinanze prorogate

Le ordinanze sono legate alla “Proroga dello stato di emergenza nazionale e ulteriori misure per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID 19”, DL 24 dicembre 2021, n. 221, che, in considerazione del rischio sanitario connesso al protrarsi della diffusione degli agenti virali da COVID-19.

Orari Ztl e parcheggio in Piazzetta Pescheria: ordinanze prorogate
Attualità Verona Città, 31 Dicembre 2021 ore 10:56

Le ordinanze sugli orari di accesso alla Ztl e la sosta in piazzetta Pescheria restano in vigore fino al 31 gennaio compreso.

Orari Ztl e parcheggio in Piazzetta Pescheria

Il vicesindaco Luca Zanotto ha firmato entrambe le proroghe. Nulla cambia quindi per le finestre di accesso al centro, per la possibilità di parcheggio dei residenti con permesso in tutte le altre zone della città e per l'ampliamento della sosta in piazzetta Pescheria.

Ztl e sosta residenti centro storico. L’apertura dei varchi è tutti i giorni feriali della settimana dalle 10 alle 14.30 e dalle 16 alle 18, mentre nei giorni di sabato e festivi l’orario è dalle 10 alle 14.30. Si ricorda che, come nelle precedenti ordinanze, ai residenti del centro che sono titolari di permesso di transito e sosta valevole per la Zona Verde, è consentito sostare sugli stalli di sosta blu e/o giallo-blu a pagamento di tutta la città.

Piazzetta Pescheria. Per agevolare la sosta dei residenti in centro storico inoltre, resta in vigore sempre fino al 31 gennaio, l’ordinanza che, in via temporanea, permette il transito in via Pescheria Vecchia, via al Cristo e piazzetta Pescheria, così come il parcheggio in piazzetta Pescheria durante tutta la giornata solamente a chi ha il permesso di tipo “a”, “b” ed ”e”, 24 ore su 24.

Le ordinanze sono legate alla “Proroga dello stato di emergenza nazionale e ulteriori misure per il contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID 19”, DL 24 dicembre 2021, n. 221, che, in considerazione del rischio sanitario connesso al protrarsi della diffusione degli agenti virali da COVID-19, ha ulteriormente prorogato fino al 31 marzo 2022 lo stato di emergenza nazionale e ha deciso, tra gli altri, la durata e l’impiego delle certificazioni verdi Covid-19.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter