Menu
Cerca
Valeggio sul Mincio

Parco Giardino Sigurtà riapre: si potranno ammirare in sicurezza i tulipani e altri tesori naturalistici

Gli amanti della natura potranno ammirare i prati, i boschi e le fioriture del parco.

Parco Giardino Sigurtà riapre: si potranno ammirare in sicurezza i tulipani e altri tesori naturalistici
Attualità Garda, 23 Aprile 2021 ore 12:37

Dopo la temporanea chiusura per le restrizioni sanitarie, riaprono i cancelli del Parco Giardino Sigurtà, tesoro verde alle porte di Verona.

Parco Giardino Sigurtà riapre

Da venerdì 23 aprile 2021 sarà possibile scoprire in completa sicurezza nei 600.000 metri quadrati del Parco le varietà tardive dei tulipani, le prime peonie e gli altri tesori botanici e naturalistici del Secondo Parco Più Bello d’Europa.

Tutti i giorni, festivi inclusi, fino a domenica 7 novembre 2021 gli amanti della natura potranno ammirare i prati, i boschi e le fioriture del parco, premiato nel 2020 come migliore destinazione da Trip Advisor e dalla piattaforma di vendita biglietti Tiqets come tra le attrazioni turistiche che hanno regalato le migliori esperienze nel 2020.

Tappe per i più piccoli e non solo

Per i più piccoli tappe imperdibili sono la fattoria didattica e la Valle dei Daini, mentre per gli adulti una passeggiata sul Grande Tappeto Erboso ristora corpo e mente con le carpe Koi che guizzano nei due Laghetti Fioriti; da non perdere il Labirinto, punto di interesse che a luglio festeggia i 10 anni, i 18 specchi d’acqua, il Viale delle Rose che conduce con lo sguardo al Castello Scaligero del tredicesimo secolo; in queste settimane si potranno scorgere le prime coloratissime peonie nelle vicinanze dell’Eremo e le varietà tardive dei tulipani, protagonisti di Tulipanomania, la fioritura più importante di tulipani in Italia con oltre un milione di esemplari in forma libera e in aiuole disegnate.

Per un viaggio nel passato da non perdere una tappa al Castelletto, edificio merlato con finestre neogotiche risalente alla fine del Settecento e nei decenni scorsi sede di incontri tra scienziati e Premi Nobel, e l’Eremo tempietto in stile neogotico ornato da una bifora che si affaccia sulla spettacolare visuale del Grande Tappeto Erboso; il Bosco di Pindemonte, il monumento dedicato a Carlo Sigurtà, fondatore del Parco, la Meridiana Orizzontale sul Poggio degli Imperatori, quest’ultimo luogo di incontro tra gli imperatori Francesco Giuseppe I d’Austria e Napoleone III di Francia in occasione della Seconda Guerra d’Indipendenza Italiana.

Gli ingressi dei visitatori non saranno contingentati e non è necessaria la prenotazione.