Attualità
Sicurezza

Più di 2 milioni per la sicurezza stradale: a Verona nuovi semafori e mobilità dolce

Il grosso è destinato alla segnaletica non luminosa, ovvero i classici cartelli piantati per terra che indicano stop, precedenze e divieti, ma anche i segni per terra, dalle strisce pedonali agli stalli di sosta.

Più di 2 milioni per la sicurezza stradale: a Verona nuovi semafori e mobilità dolce
Attualità Verona Città, 29 Dicembre 2021 ore 17:10

La sicurezza stradale passa anche attraverso la segnaletica, verticale, orizzontale o luminosa essa sia.

Più di 2 milioni per la sicurezza stradale

Ecco perché, in parallelo alla sistemazione delle strade cittadine e ad interventi più complessi come la messa in sicurezza dei più importanti ponti e viadotti comunali, l'Amministrazione ha predisposto una massiccia opera di manutenzione della segnaletica stradale cittadina, in parte ordinaria per garantirne il corretto funzionamento ma in parte anche straordinaria, con sostituzioni o rifacimenti completi laddove necessario.

L'importo preventivato dall'Amministrazione per il 2022, che supera abbondantemente i 2 milioni di euro, rende la cifra degli interventi previsti.

Il grosso è destinato alla segnaletica non luminosa, ovvero i classici cartelli piantati per terra che indicano stop, precedenze e divieti, ma anche i segni per terra, dalle strisce pedonali agli stalli di sosta. Il loro corretto posizionamento unito alla perfetta visibilità è fondamentale per la sicurezza di tutti gli utenti stradali, dagli automobilisti ai pedoni.

Per questi capitoli di spesa, la giunta ha previsto lavori per 2 milioni 300 mila euro, 500 mila dei quali destinati a lavori di manutenzione straordinaria.

560mila euro per gli impianti semaforici

Alla voce segnaletica luminosa, che riguarda gli impianti semaforici, è assegnata la somma di circa 560mila euro, 160 dei quali per adeguamenti strutturali e per l'installazione di nuovi semafori.

Altri 150 mila euro saranno destinati agli attraversamenti pedonali protetti, dotati cioè di segnali retroilluminanti che aiutano gli utenti a meglio individuare il passaggio riservato a chi attraversa la strada a piedi.

Infine, gli interventi di mobilità dolce previsti dal Pums, che saranno finanziati con lavori per circa 300 mila euro.

“Un impegno economico non da poco – afferma l'assessore alla Mobilità e Traffico Luca Zanotto-, come per altro il programma di interventi previsti. Dopo aver investito su altri aspetti della viabilità cittadina, quest'anno è la volta del massiccio intervento sulla segnaletica. La sicurezza stradale passa anche da una corretta ed efficiente segnaletica, sia essa luminosa, orizzontale o verticale. Non c'è quartiere cittadino che negli ultimi anni non sia stato interessato da lavori per mettere in sicurezza incroci pericolosi o attraversamenti pedonali. Per questi in particolare, interveniamo con progetti che sfruttano le ultime novità del settore, inserendo elementi luminosi o di altra tipologia per garantire agli utenti la massima sicurezza. Diamo attuazione anche a quanto previstone nel Pums, proseguendo nel dotare la città di infrastrutture dedicate alla mobilità dolce”.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter