Il "re dei tortellini"

Polemiche contro il lido esclusivo di Giovanni Rana: "30 euro al giorno per fare il bagno"

A far arrabbiare residenti, turisti e gli ex proprietari è la scritta "entrata gratuita" fuori il nuovo club

Polemiche contro il lido esclusivo di Giovanni Rana: "30 euro al giorno per fare il bagno"
Pubblicato:

Polemica accesa contro il "re dei tortellini": Giovanni Rana ha acquistato recentemente il parco della Baia delle Sirene sul Lago di Garda. Un luogo immerso nella natura, che in passato era di libero accesso. Ora, dopo diversi lavori di manutenzione, è sorto il Riviera Beach Club, che ha un costo di 30 euro al giorno.

Polemiche contro il lido esclusivo di Giovanni Rana

Ha aperto da qualche settimana il parco della Baia delle Sirene, il nuovo stabilimento balneare di Punta San Virgilio nel comune di Garda.

Si tratta della baia che per oltre mezzo secolo è stata gestita come stabilimento balneare dalla società "Regina" dei conti Guarienti di Brenzone, e che invece da qualche anno è passata nelle mani di Giovanni Rana.

Quest'ultimo, nei mesi scorsi, ha avviato dei lavori all'interno dell'antico oliveto e nei palazzi storici del borgo che risale al 1500. Lavori che lo scorso inverno hanno creato non poche polemiche.

30 euro al giorno per fare il bagno

Il nuovo Riviera Beach Club include un grande parcheggio, una zona relax-balneare con piscina, chiosco, bar, un ristorante e un albergo-resort da sei camere. E il prezzo del biglietto giornaliero per l’ingresso è di 30 euro, a meno che non si voglia fare solo una semplice passeggiata.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Riviera (@rivieralake_sanvigilio_garda)

Nella bufera soprattutto i lavori nell’area occupata dagli olivi secolari, dove sono stati realizzati degli scavi per la costruzione interrata di due piattaforme destinate a locali tecnici.

A denunciare le modifiche apportate nella vasta zona sono stati prima di tutto gli ex proprietari, i fratelli Guariente, seguiti da ambientalisti e comitati cittadini.

Paradossale la scritta "Entrata gratuita" accanto al listino prezzi del club: questo perché, essendo la riva di proprietà demaniale, per legge dovrebbe essere di libero accesso e di fruizione della battigia, anche ai fini di balneazione.

1
Foto 1 di 9
2
Foto 2 di 9
7
Foto 3 di 9
3
Foto 4 di 9
5
Foto 5 di 9
6
Foto 6 di 9
4
Foto 7 di 9
8
Foto 8 di 9
9
Foto 9 di 9
Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali