Attualità
Natale a Verona

Presepi dal mondo, inaugurata in Gran Guardia la mostra con 400 natività

La rassegna sarà visibile al pubblico tutti i giorni, fino al 23 gennaio 2022, dalle 9 alle 20.

Presepi dal mondo, inaugurata in Gran Guardia la mostra con 400 natività
Attualità Verona Città, 21 Novembre 2021 ore 11:26

Taglio del nastro ufficiale, ieri mattina in Gran Guardia, per la 37ª edizione di “Presepi dal Mondo” che ritorna dopo lo stop forzato per pandemia. La mostra, in programma da oggi fino al 23 gennaio 2022, è stata allestita per il terzo anno in Gran Guardia dal momento che in Arena stanno proseguendo i lavori di restauro.

Quattrocento presepi da tutto il mondo

Sono ben 400 i presepi provenienti da musei, collezioni, maestri presepisti e appassionati di tutto il mondo, per una rassegna che accompagna da trentasette anni il Natale di Verona, offrendo un quadro artistico completo della tradizione presepistica internazionale, con il suo messaggio di tolleranza tra popoli di culture diverse. Ultimo tassello immancabile sarà il simbolo della mostra dei presepi, e cioè la Stella cometa in piazza Bra, la più grande del mondo, che verrà installata la prossima settimana. La rassegna sarà visibile al pubblico tutti i giorni, fino al 23 gennaio 2022, dalle 9 alle 20. Per informazioni e prenotazioni è possibile contattare la segreteria organizzativa al numero 045 592544 o consultare il sito www.presepiarenaverona.it.

La cerimonia di inaugurazione

All’inaugurazione sono intervenuti il sindaco Federico Sboarina, l’assessore alle Manifestazioni Filippo Rando, il presidente della Provincia di Verona Manuel Scalzotto, il curatore Alfredo Troisi e il vicario episcopale Callisto Barbolan. “Non c’è Natale a Verona se non ci sono i presepi e la Stella in piazza Bra, la più bella cartolina della nostra città – ha detto il sindaco Sboarina -. Con oggi inizia il cammino di avvicinamento al Santo Natale con un caposaldo della nostra tradizione, identità e cultura. L’anno scorso non l’abbiamo fatta a causa della pandemia, e per questo motivo ci vuole ancora tanta attenzione. La situazione non è migliorata, quindi mi appello al buon senso e alla responsabilità di tutti i visitatori di seguire ogni precauzione in modo da poter uscire da questo percorso ad ostacoli che ci sta sfiancando da un anno e mezzo. Cerchiamo di gustarci la mostra dei presepi in totale sicurezza”.