In provincia di Verona

Progetto "scuole sentinella", si parte a Porto di Legnago

Il progetto verrà esteso successivamente a un altro istituto nell’ambito del Distretto 3 – Pianura Veronese, fino a raggiungere 1.500 alunni delle classi primarie e secondarie di primo e secondo grado.

Progetto "scuole sentinella", si parte a Porto di Legnago
Attualità Legnago e bassa, 13 Settembre 2021 ore 17:22

Con l’apertura del nuovo anno scolastico, l’Azienda Ulss 9 Scaligera ha avviato il piano di monitoraggio denominato progetto “Scuole Sentinella”.

Progetto "scuole sentinella"

A fare da apripista è l’Istituto superiore Silva Ricci di Porto di Legnago, con il coinvolgimento di due classi quinte. Oggi sono state raccolte le prime adesioni degli studenti e domani verranno consegnati i kit per i test per permettere di effettuare il prelievo mercoledì.

Il progetto verrà esteso successivamente a un altro istituto nell’ambito del Distretto 3 – Pianura Veronese, fino a raggiungere 1.500 alunni delle classi primarie e secondarie di primo e secondo grado.

Il progetto nazionale si basa sull'esperienza di alcune Regioni, tra cui quello realizzato in Veneto durante lo scorso anno scolastico, e prevede l’effettuazione agli studenti di un test salivare molecolare gratuito per la ricerca del Covid-19, da ripetere indicativamente ogni 15 giorni. L’intento è quello di monitorare la situazione scolastica, con l’obbiettivo di attuare tutte le possibili azioni di sanità pubblica per mantenere la didattica in presenza in sicurezza.

Adesione volontaria

Il test salivare molecolare è stato scelto perché, oltre a essere molto affidabile, risulta non invasivo. La raccolta della saliva sarà effettuata a casa appena svegli, prima di lavarsi i denti e di fare colazione, tenendo in bocca per circa un minuto una piccola spugnetta. Il campione verrà poi consegnato a scuola. L’adesione al progetto è volontaria, non costituisce requisito di accesso o esclusione dalle attività didattiche e non ha validità ai fini del Green pass.

In caso di riscontro di positività al test, lo studente e i relativi contatti saranno presi in carico dal Dipartimento di Prevenzione dell’ULSS 9 e dovranno porsi in isolamento domiciliare, seguendo le indicazioni che riceveranno dai Servizi di Igiene territoriali o dal proprio medico di base. I contatti scolastici, invece, riceveranno indicazioni dal referente Covid dell’istituto.