Attualità
Verona

Referendum "Cannabis", Bianchini: "Nessun ritardo, entro oggi pronti i certificati di validazione"

L'ufficio Anagrafe del Comune ha finora validato circa 3.100 firme per la liberalizzazione della cannabis e circa 2.200 per quello sull'eutanasia.

Referendum "Cannabis", Bianchini: "Nessun ritardo, entro oggi pronti i certificati di validazione"
Attualità Verona Città, 29 Settembre 2021 ore 14:21

Saranno trasmessi entro oggi al Comitato promotore tutti gli ultimi certificati elettorali richiesti al Comune per la validazione delle firme digitali raccolte fino ad ora per il referendum "Cannabis".

Referendum "Cannabis", Bianchini: "Nessun ritardo"

Nessun ritardo, quindi, come invece sostiene il Comitato, che ha scadenza al 30 settembre 2021 per la consegna delle firme. L'ufficio Anagrafe del Comune ha finora validato circa 3.100 firme per la liberalizzazione della cannabis e circa 2.200 per quello sull'eutanasia. Solo nell'ultima settimana infatti sono stati prodotti 3.500 certificati.

"Gli uffici hanno assolto ai loro obblighi - dice l’assessore ai Servizi Demografici Stefano Bianchini -. Nessun ritardo da parte nostra, ma la nuova modalità di raccolta firme ha creato un collo di bottiglia. Mentre con la firma digitale si sono velocizzate le operazioni di raccolta, mancano invece le semplificazioni necessarie alla seconda fase della procedura, quella che riguarda i certificati elettorali".

LEGGI ANCHE: Referendum cannabis: un mese in più per raccogliere le firme

E ha poi proseguito:

"Queste firme, infatti, vanno tutte controllate e 'accoppiate' con i certificati elettorali per essere certi che siano valide, ovvero che chi ha firmato abbia diritto all'elettorato attivo e sia residente nel Comune di Verona. Un lavoro di verifica per il quale sono previste 48 ore, ma che oggi, con la sottoscrizione digitale, richiederebbe un revisione sulle modalità. Raccogliere una firma digitale è adesso molto più rapido rispetto alla vecchia maniera con i banchetti, le verifiche successive e la stampa dei certificati sono rimasti alla stessa maniera, occorre che il legislatore ci metta mano. Nonostante questo, noi abbiamo fatto tutto con efficienza e operatività costanti. Entro oggi tutti gli ultimi certificati richiesti saranno trasmessi".