Verona

Scoperta durante gli scavi all’ex Cinema Astra: complesso di età romana conservato come a Pompei

Sono state rinvenute murature affrescate, impianti di riscaldamento sia a pavimento che a parete, pavimenti in cementizio decorati da tessere e crustae.

Scoperta durante gli scavi all’ex Cinema Astra: complesso di età romana conservato come a Pompei
Attualità Verona Città, 14 Giugno 2021 ore 17:51

Una straordinaria scoperta a Verona durante gli scavi all’ex Cinema Astra.

Scoperta durante gli scavi all’ex Cinema Astra

Nella giornata di giovedì 10 giugno 2021 era stata resa nota l’incredibile scoperta di una “tomba di famiglia” nell’arcovolo 10 interno dell’Arena dove sono stati trovati tre scheletri. Oggi, lunedì 14 giugno 2021 la Soprintendenza archeologia di Verona ha reso noto che, dopo 15 anni dalle prime indagini, sono iniziati nuovamente gli scavi nell’interrato dell’ex Cinema Astra, situato in via Oberdan 13, proseguendo così il più vasto progetto di ristrutturazione e riqualificazione dell’immobile avviato dai nuovi proprietari.

Ed è proprio tramite questi scavi che sono state rinvenute murature affrescate, impianti di riscaldamento sia a pavimento che a parete, pavimenti in cementizio decorati da tessere e crustae. La Sovrintendenza ribadisce la straordinarietà del complesso di età romana imperiale, di funzione ancora sconosciuta, che è stato rinvenuto durante gli scavi.

Verona come Pompei

Anche all’ex Cinema Astra, come anche in altri contesti cittadini, sembra proprio che sia stato un incendio a mettere fine alla frequentazione del complesso. Sono stati trovati infatti dei resti crollati dei soffitti ma anche un mobile di legno carbonizzato all’interno di un ambiente che ha conservato intatti, nonostante la distruzione, i bellissimi colori delle pareti affrescate che risalgono al II secolo.

E’ proprio questo dettaglio che avvicina questo ritrovamento a Pompei e ad altre città vesuviane: un evento calamitoso, che in questo caso si tratta di un incendio, che ha segnato improvvisamente la fine del complesso, lasciando tracce tangibili della distruzione e dell'ultimo scenario di vita.