L'iniziativa

Studenti universitari saranno assunti a tempo determinato dal Comune di Verona

Il fine è di valorizzare le conoscenze che consentiranno all’Ente comunale di accelerare il percorso di digitalizzazione e di innovazione attraverso il reclutamento di giovani qualificati

Studenti universitari saranno assunti a tempo determinato dal Comune di Verona
Pubblicato:

E' stata approvata una nuova convenzione tra il Comune di Verona e l'università per offrire un impiego a tempo determinato agli studenti. Palazzo Barbieri e gli altri Enti scaligeri accelerano, così, un percorso di digitalizzazione e di innovazione in tutta la provincia.

Studenti universitari al comune di Verona

Studenti universitari assunti a tempo determinato all'interno dei comuni: è una nuova possibilità prevista dalla legge che permette a chi ha meno di 24 anni e ha effettuato tutti gli esami del proprio percorso formativo di essere impiegato in un comune tramite contratto di formazione-lavoro.

“Come Comune di Verona – ha spiegato Michele Bertucco assessore al lavoro e al personale del Comune di Verona - abbiamo individuato i profili che sono legati ai corsi di laurea presenti, quindi educatore, assistente sociale, informatico e poi alla figura dell’amministrativo-contabile. Avremo persone giovani che entrano nell'ambito dell'amministrazione comunale, possono fare un'esperienza di due anni e i contratti essere poi trasformati in contratti a tempo indeterminato.”

Michele Bertucco assessore al lavoro e al personale del Comune di Verona

Valorizzare le conoscenze per accelerare il percorso di digitalizzazione

Il fine è quello di valorizzare le conoscenze che consentiranno all’Ente comunale di accelerare il percorso di digitalizzazione e di innovazione attraverso il reclutamento di giovani qualificati e meritevoli di poter usufruire di una tale opportunità di crescita professionale.

Una volta sottoscritta la convenzione, valida fino al 31 dicembre 2026, verrà pubblicato l'avviso di selezione per l'assunzione delle studentesse e degli studenti interessati.

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali