Verona

Traguardi: "Verona diventi città rifugio per i cittadini in fuga dall'Afghanistan"

Lo scorso dicembre Traguardi aveva già presentato una mozione per far entrare Verona nella rete delle città rifugio per i difensori dei diritti umani nel mondo.

Traguardi: "Verona diventi città rifugio per i cittadini in fuga dall'Afghanistan"
Attualità Verona Città, 17 Agosto 2021 ore 16:48

Dopo la presa della capitale afghana da parte dei miliziani del gruppo radicale islamista dei talebani - ultima grande città del paese inghiottita dall'avanzata, che fino a domenica mattina, 15 agosto 2021, era rimasta sotto il controllo del governo afghano - è immediatamente iniziato il piano di evacuazione del personale dell'ambasciata italiana a Kabul e degli altri connazionali presenti in Afghanistan.

Verona diventi città rifugio per i cittadini in fuga dall'Afghanistan

Tommaso Ferrari, Consigliere comunale e Pietro Trincanato, presidente di Traguardi chiedono che il Comune di Verona sia in prima fila nell'offrire disponibilità per accogliere tutti i cittadini afgani in fuga dal loro Paese:

"La tragedia dell'Afghanistan mette tutto il mondo occidentale, Italia compresa, di fronte allo specchio del proprio fallimento. Per discutere sugli errori di questi vent'anni ci sarà tempo. Ora, di fronte alle immagini e alle notizie che arrivano da Kabul e dalle altre città afgane, la nostra reazione dev'essere compatta e univoca: aiutare e accogliere il popolo afgano in ogni modo e con qualsiasi mezzo, per non abbandonare migliaia di persone - soprattutto donne - a un destino di soprusi e terrore dopo averne nutrito le speranze a costo di enormi sacrifici".

Ferrari e Trincanato hanno proseguito:

"Per questo, Traguardi chiede che il Comune di Verona sia in prima fila nell'offrire disponibilità per accogliere tutti i cittadini afgani in fuga dal loro Paese, nella speranza che l'Unione Europea attivi ben presto corridoi umanitari e imponga una linea sui rimpatri nettamente opposta rispetto a quella proposta di recente da alcuni paesi, fra i quali per fortuna non figura l'Italia. Verona vanta una ultrasecolare tradizione di apertura e accoglienza, celebrata ancor più quest'anno nel corso dell'anniversario dantesco. Ebbene, è tempo che la nostra città diventi 'il primo refugio' per tutti coloro che fuggono da un Paese caduto vittima della barbarie oscurantista dopo aver sperimentato, seppur in maniera parziale, vent'anni della libertà su cui ci orgogliosamente ci fregiamo di fondare la nostra cultura.
Lo scorso dicembre Traguardi aveva già presentato una mozione per far entrare Verona nella rete delle città rifugio per i difensori dei diritti umani nel mondo. Ora è il momento di fare un passo in più!".