San Giovanni Lupatoto

Trova una volpe morta e getta la carcassa nel cestino dei rifiuti

La presa di posizione degli animalisti: "Un gesto che denota totale mancanza di rispetto. Denunceremo"

Trova una volpe morta e getta la carcassa nel cestino dei rifiuti
Pubblicato:
Aggiornato:

Un cittadino di San Giovanni Lupatoto cammina lungo un tratto di strada che costeggia l'Adige. E fin qui tutto normale, direte voi. Ma a un certo punto scorge il corpo di un animale. Un animale senza vita, abbandonato a terra, e per la bestiola pare non esserci più nulla da fare. Si tratta, come è stato poi ricostruito, di una volpe.

Trova una volpe morta e getta il cadavere nel cestino dei rifiuti

Il protagonista della vicenda, come riporta l'associazione animalista Aidaa, ha raccontato di aver tentato di chiedere l'intervento di qualcuno che potesse prendere in consegna il cadavere del quadrupede. Ma nulla. Nessuno, sembra, abbia dato un cenno. E così, forse incolpevolmente, ha pensato di gettare il corpo del mammifero nel cestino dei rifiuti.

Un cestino come quelli che si incontrano lungo le strade di tutte le città italiane. E questo ha provocato delle reazioni. In primis proprio gli animalisti che hanno voluto dire la loro su questo episodio che si è verificato ieri, mercoledì 24 gennaio 2024 a San Giovanni Lupatoto.

Perché se è vero che l'uomo ha comunque rimosso la carcassa l'animale dalla stradina, il gesto non è piaciuto.

"Quanto è successo è sintomo di una totale mancanza di rispetto per gli animali e di senso civico. Che senso ha lasciare un corpo di una volpe le cui cause di morte non sono state individuate, in un cestino di rifiuti? Si tratta di una vicenda orribile se teniamo conto del fatto che quella povera creautura è stata vista e fotografata da diverse persone prima che la notizia fosse condivisa sui social".

E gli animalisti concludono rincarando la dose: "Presenteremo una denuncia".

Commenti
Lascia il tuo pensiero

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici sui nostri canali