Attualità
Casi accertati

West Nile, 9 casi a Verona: 3 i ricoverati in ospedale. C'è anche una bimba di soli 20 mesi

Si attende la conferma definitiva dai campioni di sangue della piccola inviati a Padova. Altri due casi sospetti riguardano un 73enne e un 77enne.

West Nile, 9 casi a Verona: 3 i ricoverati in ospedale. C'è anche una bimba di soli 20 mesi
Attualità Verona Città, 06 Agosto 2022 ore 10:30

Il virus West Nile è stato individuato anche in provincia di Verona, per ora sono 9 i casi accertati.

AGGIORNAMENTO: Si tratterebbe di un bimba veronese di soli 20 mesi. Questo il caso più eclatante di West Nile in Veneto, di sicuro - se confermato - sarebbe la più giovane paziente. La piccola è arrivata all'ospedale di Verona giovedì scorso, portata dai nonni che si erano spaventati dopo la reazione avuta dalla bimba ad alcune punture di zanzare. Febbre e tanti "pomfi" sul corpicino. Da qui il ricovero a Borgo Trento della piccola, originaria della Bassa veronese. Nelle prossime ore dovrebbe arrivare il responso degli esami effettuati nel reparto di Microbiologia dell’Università di Padova, cui sono stati inviati i campioni di sangue della bimba: diranno se si tratta, come molto probabile, proprio di West Nile. Un'attesa che vale anche per gli altri due casi sospetti, un 73enne e un 77enne sempre veronesi.

West Nile, 9 casi a Verona

Il virus West Nile che ha colpito maggiormente la provincia di Padova con oltre 45 casi in un mese, è arrivato anche in provincia di Verona. Per ora sono nove i casi di infezione che sono stati accertati a Verona e provincia.

E’ bene ricordare che l’infezione all'80% è asintomatica, basta pensare infatti che due dei nove casi che sono stati accertati a Verona sono stati identificati in persone in salute che si sono sottoposte al test per poter verificare che erano idonee alla donazione del sangue.

Tre ricoverati in ospedale

In provincia di Verona sono 3 i casi che si possono definire “più critici” e tutti i pazienti sono ricoverati nell’Unità operativa malattie infettive all'Azienda ospedaliera universitaria integrata. Nello specifico si tratta di due anziani e di un minorenne che manifestano febbre alta e sintomi neurologici.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter