Villafranca e Verona

Aeroporto Catullo, Montagnoli (Lega): “Dalla Regione il sì al potenziamento, dallo Stato il nulla”

La Regione Veneto nel piano dei trasporti ha definito lo scalo veronese come un’opera strategica, che deve essere assolutamente potenziata.

Aeroporto Catullo, Montagnoli (Lega): “Dalla Regione il sì al potenziamento, dallo Stato il nulla”
Verona Città, 14 Luglio 2020 ore 16:19

L’importante approvazione per il futuro dello scalo.

Sostenere il Catullo

Ci sono novità in vista per l’aeroporto Catullo da parte della Regione che si appresta a dare il via a un piano dei trasporti che vede lo scalo veronese come un’opera strategica. Il consigliere regionale della Lega, Alessandro Montagnoli afferma:

“L’approvazione all’unanimità oggi in Consiglio regionale dell’ordine del giorno a sostegno del potenziamento dell’aeroporto Catullo di Verona nell’ambito del Piano Regionale dei Trasporti è importante per il futuro dello scalo. Come Lega avevamo già il 17 giugno 2020 depositato una mozione per sostenere per il Catullo e la sua centralità nell’area del Garda”.

Tutto fermo dal Governo

Il consigliere regionale sottolinea:

“Bene che il Consiglio si sia espresso in maniera compatta su un’infrastruttura fondamentale per lo sviluppo del territorio. La Regione Veneto nel piano dei trasporti ha definito lo scalo veronese come un’opera strategica, che deve essere assolutamente potenziata. Ma la questione non può venire demandata solamente a noi, dato anche che le aree servite si estendono oltre i confini regionali, comprendendo i territori del bresciano, del mantovano, del trentino e parte di quello emiliano. Nonostante gli emendamenti dei parlamentari leghisti il Governo non si è ancora mosso sulla nostra richiesta di realizzare il collegamento ferroviario tra l’aeroporto e la stazione di Verona Porta Nuova”.

Il Catullo dev’essere nel decreto rilancio

Secondo Montagnoli:

“Ancora una volta l’esecutivo non dimostra attenzione verso le opere determinanti per il territorio. È necessario che il Governo inserisca il Catullo nel decreto rilancio o nei successivi provvedimenti così da dare un nuovo impulso al settore turistico ora in ginocchio, anche in vista di sfide importanti come le olimpiadi. Da ultimo, ma non meno importante, chiediamo di realizzare il collegamento dell’aeroporto con l’area del Lago di Garda, su cui sono già state formulate ipotesi a RFI; in proposito siamo convinti, anche attraverso un buon lavoro di squadra, che si possa dare una risposta importantissima per tutto il turismo lacuale e per tutta Verona”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità