Cronaca

Afferra una ragazza per il collo per cercare di rapinarla, l'amica la difende e lo fa arrestatre

La colluttazione si è conclusa fortunatamente, in pochi minuti, grazie al celere intervento degli agenti delle Volanti.

Afferra una ragazza per il collo per cercare di rapinarla, l'amica la difende e lo fa arrestatre
Cronaca Verona Città, 25 Marzo 2019 ore 20:08

Nella notte tra sabato e domenica gli agenti delle Volanti della Questura di Verona hanno tratto in arresto Moassin Jalil, ventenne di nazionalità marocchina.

La chiamata alla centrale operativa

La notizia della rapina è pervenuta alla centrale operativa della Questura in piena notte, intorno alle 3.20 della scorsa domenica. L’operatore in sala radio, dopo aver diramato la richiesta di intervento alle pattuglie in servizio, è rimasto in collegamento telefonico con la segnalante: un’amica della
vittima che, spaventata, stava assistendo alla scena in via Giberti. Grazie alle informazioni dettagliate fornite in tempo reale dalla testimone, i primi agenti intervenuti nel luogo segnalato, hanno individuato il soggetto descritto il quale, ancora sul posto, stava cercando di divincolarsi dalla presa della donna aggredita che provava di impedirgli la fuga.

La colluttazione

La colluttazione, cui avrebbe preso parte anche la seconda ragazza, intervenuta per difendere l’amica, si è conclusa fortunatamente, in pochi minuti, grazie al celere intervento degli agenti delle Volanti che hanno bloccato il malvivente e lo hanno tratto in arresto con l’accusa di tentata rapina. Secondo la ricostruzione dei fatti, le due ragazze sarebbero state avvicinate dallo straniero nei pressi dell’abitazione della vittima. Il soggetto avrebbe strattonato con forza la tracolla indossata da una delle due donne per poi afferrare quest’ultima dal collo al fine di evitare che potesse, in qualsiasi
modo, opporsi. In data odierna, in sede di direttissima, dopo la convalida dell’arresto, il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere in attesa del processo, rinviato al prossimo 8 aprile.