Verona

Agenti intervengono per calmare due ubriachi ma vengono presi a calci e pugni, arrestato 44enne

Nel tentativo di riportare la situazione alla normalità, i poliziotti si sono avvicinati ai due uomini invitandoli ad abbassare i toni.

Agenti intervengono per calmare due ubriachi ma vengono presi a calci e pugni, arrestato 44enne
Verona Città, 06 Ottobre 2020 ore 15:02

Verso le ore 20.40 di ieri lunedì 5 ottobre 2020, gli Agenti delle Volanti sono intervenuti presso i Giardini Pradaval, a seguito di una richiesta di aiuto pervenuta al 113 da parte di alcuni residenti della zona, allarmati dalle forti grida provenienti dai giardini pubblici.

Hanno tentato di calmarli

Gli operatori sono giunti immediatamente sul posto, dove hanno individuato due soggetti senza fissa dimora in evidente stato d’ebbrezza, intenti a discutere animatamente tra loro. Nel tentativo di riportare la situazione alla normalità, i poliziotti si sono avvicinati ai due uomini invitandoli ad abbassare i toni. Per tutta risposta, uno dei due, un italiano 44enne, si è avvicinato pericolosamente agli operatori privo di mascherina, agitandosi e rivolgendo ai medesimi espressioni estremamente oltraggiose.

Presi a calci e pugni

Invitato a portarsi presso la locale Questura per la redazione degli atti inerenti gli insulti rivolti agli agenti, l’uomo ha iniziato a sferrare calci e pugni nei confronti dei 4 operatori intervenuti, senza alcun motivo.
Continuando nella sua condotta violenta, l’uomo si è inoltre scagliato contro due operatori, finendo a terra e causando contusioni ed escoriazioni agli agenti che cercavano di bloccarlo.
Dopo svariati tentativi, i poliziotti sono riusciti a far salire l’uomo nell’auto di servizio, dove il medesimo ha proseguito la sua condotta ostile sferrando calci e pugni al divisorio di sicurezza della vettura e continuando ad insultare gli Agenti.

Arrestato

Tale comportamento sconsiderato è costato all’uomo, già gravato da numerosi precedenti per reati simili, l’arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale. Il giudice, all’esito del giudizio direttissimo che si è svolto in mattinata, ha convalidato l’arresto e disposto la misura del divieto di dimora nel Comune di Verona.

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità