Ai marciatori veronesi un riconoscimento per i 45 anni di attività

L'obiettivo è promuovere l’attività podistica non competitiva come mezzo di crescita fisica e mentale a favore della collettività.

Ai marciatori veronesi un riconoscimento per i 45 anni di attività
Verona Città, 18 Maggio 2019 ore 08:52

Il gruppo marciatori veronesi

Promuovere l’attività podistica non competitiva, come mezzo di crescita fisica e mentale. E’ questo l’obbiettivo che ha contraddistinto l’impegno sportivo e sociale di 45 anni di attività dell’Unione Marciatori veronesi. Un lungo impegno a favore della collettività che, in occasione del particolare anniversario, è stato premiato questa mattina dall’assessore allo Sport con la consegna di un riconoscimento a tutti i componenti fondatori dell’associazione.

Il riconoscimento ai fondatori

Una pergamena è stata consegnata a Vincenzo Presutti e Luigi Castioni, all’attuale presidente Gianni Gobbi e ai suoi predecessori Gianantonio Pighi e Giovanni Fontana. Sono stati inoltre premiati i soci fondatori Armando Zasso, Paolo Ristori, Danilo Previdi, rappresentato dal figlio, Vincenzo Merola, Athos Maccaferro, Tommaso Benini, Eddo Foroni, Ovidio De Pellegrin, Mario Coltri e Bruno Dallamura.“L’Unione marciatori veronesi rappresenta un’eccellenza del nostro territorio – afferma l’assessore – .Con la loro opera tangibile, che prosegue da 45 anni, sono stati trasmessi di generazione in generazione, i valori sani dello sport. È per me un grande piacere consegnare questo riconoscimento a coloro che sono stati gli artefici dell’avvio di questa importante associazione e di tante delle iniziative sportive realizzate a favore della nostra comunità”.

Seguici sui nostri canali