Cronaca

Albanese e rumeno arrestati al casello per furto

Rinvenuto un Macbook Pro un paio di cuffie Wi-Fi Bose, un Ipad, due telefoni cellulari, una borsa, un porta-tessere contenente sette carte di credito e una tessera sanitaria, bottiglie di vino oltre a vari arnesi da scasso.

Albanese e rumeno arrestati al casello per furto
Cronaca Valpolicella, 08 Marzo 2018 ore 14:35

Albanese e rumeno arrestati al casello per furto.

L'arresto

Rumeno e albanese arrestati
Jammer

Il 7 marzo, nel primo pomeriggio, l’equipaggio radiomobile della Compagnia CC di Caprino Veronese ha arrestato al casello dell’A22 di Affi un albanese 41enne e un rumeno 33enne, entrambi di Bergamo, per furto su autovetture.

Il reato

I due stranieri, infatti, qualche minuto prima del controllo, nell’area di servizio Adige Ovest dell’A22, attraverso un disturbatore di frequenze, comunemente detto “jammer”, che inibisce la chiusura automatica dei veicoli, erano riusciti a rubare vario materiale dalle autovetture in sosta. All’atto del controllo, uno dei due ha anche cercato invano di disfarsi di tale dispositivo gettandolo oltre il guardrail.

La merce rubata

Dalla perquisizione della Mercedes classe e sw su cui viaggiavano, i militari hanno rinvenuto un Macbook Pro un paio di cuffie Wi-Fi Bose, un Ipad, due telefoni cellulari, una borsa, un porta-tessere contenente sette carte di credito e una tessera sanitaria, bottiglie di vino oltre a vari arnesi da scasso. La refurtiva è stata sequestrata, in attesa della loro restituzione ai legittimi proprietari, già individuati. Stamattina si svolgerà l'udienza di convalida