Verona

Alterato dai fumi dell'alcol nella tasca della felpa aveva il collo rotto di una bottiglia di vetro

Gli agenti delle Volanti sono intervenuti a seguito della segnalazione di un ragazzo visibilmente alterato e particolarmente molesto. 

Alterato dai fumi dell'alcol nella tasca della felpa aveva il collo rotto di una bottiglia di vetro
Cronaca Verona Città, 01 Settembre 2021 ore 16:51

Gli agenti delle Volanti sono intervenuti in Corso Porta Nuova, a seguito della segnalazione di un ragazzo visibilmente alterato a causa dell’abuso di bevande alcoliche e particolarmente molesto.

Alterato dai fumi dell'alcol

Poco dopo le 22 di martedì 30 agosto 2021, gli agenti delle Volanti sono intervenuti in Corso Porta Nuova, a seguito della segnalazione di un ragazzo visibilmente alterato a causa dell’abuso di bevande alcoliche e particolarmente molesto. Il giovane, un 23enne cittadino marocchino già noto alle Forze dell’Ordine e irregolare sul territorio nazionale, è stato trovato in possesso del collo rotto di una bottiglia di vetro, occultato all’interno della tasca della felpa. Per tale ragione, il giovane è stato denunciato dagli operatori per porto di armi od oggetti atti ad offendere e sanzionato per ubriachezza.

Fermato un giovane

Intorno a mezzanotte e mezza, gli agenti delle Volanti sono intervenuti in via San Vitale, nei pressi della Caserma della Polizia di Stato, dopo che il personale di vigilanza della Caserma aveva notato due giovani che si aggiravano in modo sospetto nei pressi di due biciclette, regolarmente assicurate ad un palo della segnaletica stradale con una catena.

Alla vista del poliziotto, i due sono scappati ma uno di loro è stato inseguito e bloccato dal poliziotto e dagli agenti delle Volanti giunti tempestivamente in ausilio.

Il giovane fermato, un 32enne marocchino con precedenti per resistenza a Pubblico Ufficiale, danneggiamento, furto, ricettazione e per reati in materia di stupefacenti, è stato trovato in possesso di una tronchesina, di un coltello da cucina lungo 23 cm, di un grosso cacciavite e di una torcia elettrica.

Al termine degli accertamenti, il cittadino straniero è stato denunciato per tentato furto in concorso, porto di armi od oggetti atti ad offendere e possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli.