Ambiente, Amia dichiara guerra alla plastica

In regalo a centinaia di dipendenti apposite borracce in acciaio inox.

Ambiente, Amia dichiara guerra alla plastica
Verona Città, 20 Dicembre 2019 ore 09:48

Ambiente, Amia dichiara guerra alla plastica

Stop alle bottiglie di plastica in azienda. Da oggi centinaia di dipendenti Amia avranno la possibilità di utilizzare apposite borracce in acciaio inox ed innovativi erogatori di acqua, con sensibili risparmi di natura economica e con risvolti positivi per l’ambiente e la sostenibilità. Una tappa importante nel cammino che l’azienda di via Avesani sta portando avanti per diffondere la cultura del plastic free e, più in generale, la promozione di buone pratiche in campo ambientale in un’ottica di abbattimento della produzione di rifiuti. In occasione del tradizionale scambio di auguri natalizi tra i vertici della società, rappresentanti dell’Amministrazione Comunale e dipendenti, sono state distribuite questa mattina (giovedì 19 dicembre) circa 600 borracce a tutti i dipendenti.

Un gesto simbolico, ma allo stesso tempo significativo e concreto, per invitare e sensibilizzare la collettività a sostituire la plastica con materiali più ecosostenibili. Erano presenti tutti i componenti del Cda di Amia guidato dal presidente Bruno Tacchella, il primo cittadino di Verona Federico Sboarina e Ilaria Segala, assessore all’Ambiente del Comune scaligero. Le borracce, in acciaio inox, molto leggere, pratiche e dal design particolarmente gradevole e ricercato, hanno una capienza di 800 millimetri. Di nuova generazione e completi di ogni funzione anche gli erogatori di acqua che, ubicati in diversi ambienti della sede, consentiranno a tutti i dipendenti di avere sempre a disposizione ed in maniera gratuita acqua microfiltrata, sanificata e biologicamente pura, scegliendola liscia, gasata, fredda o a temperatura ambiente.

Liberarsi dalla plastica per salvare l’ambiente

“La plastica, materiale non biodegradabile, non si decompone mai del tutto e rimane nell’ambiente per sempre. Meglio quindi eliminarla, a partire da oggetti che usiamo quotidianamente – ha commentato Tacchella – Parliamo di un materiale prezioso, che purtroppo nel corso del tempo a causa dell’abuso dell’usa e getta e della scorretta gestione del suo fine vita ha portato l’ambiente in cui viviamo ad essere invaso da rifiuti in plastica, con conseguenze che ancora non conosciamo totalmente sulla biodiversità del pianeta e sull’economia dei nostri territori. Un impegno, quello di Amia, che va avanti quindi dentro e fuori gli spazi aziendali. Nelle scuole, nelle piazze, nelle manifestazioni, promuoviamo già da anni campagne di sensibilizzazione all’insegna del “plastic-free” e di una corretta gestione della raccolta differenziata. Da Amia parte oggi il buon esempio e ci auguriamo che questa iniziativa sia apprezzata dai nostri dipendenti, con la speranza che gli stessi possano esportare le nuove abitudini e le nuove pratiche anche tra le mura domestiche. Iniziative simboliche – conclude Tacchella – ma che, insieme alla creazione della nuova isola ecologica e all’imminente avvio del progetto dei cassonetti ad accesso controllato, non potranno che migliorare la raccolta differenziata dei rifiuti, anche e soprattutto della plastica, e più in generale portare benefici a tutto l’ecosistema veronese”.

Diffondere una cultura plastic free

Il sindaco Federico Sboarina, portando i saluti e gli auguri dell’amministrazione ai dipendenti della società, ha sottolineato: “Diffondere nei cittadini una cultura plastic free è fondamentale se si desidera cambiare davvero le abitudini delle persone ed accrescere l’attenzione per l’ambiente e per il futuro del pianeta. Per questo motivo sono così importanti queste iniziative. Già lo scorso anno, a sostegno della campagna plastic free, proprio dal Comune è iniziata la distribuzione delle borracce di alluminio che, con oltre 500 pezzi consegnati, sono state regalate a tutti i dipendenti dell’Ente”.

Video più visti
Foto più viste
Top news regionali
Il mondo che vorrei
Amici della neve