Amministratori per un giorno, studenti dell'Einaudi a Palazzo Barbieri

Hanno preso coscienza di cosa significa essere cittadino attivo e consapevole.

Amministratori per un giorno, studenti dell'Einaudi a Palazzo Barbieri
Verona Città, 08 Gennaio 2020 ore 12:24

Amministratori per un giorno, studenti dell'Einaudi a Palazzo Barbieri.

Amministratori per un giorno, studenti dell'Einaudi a Palazzo Barbieri

Presentare una delibera, discuterla e metterla ai voti. Per capire che la politica ‘non è un gioco da ragazzi’. E’ ciò che hanno fatto oggi un gruppo di studenti dell’Istituto tecnico Luigi Einaudi, coinvolto negli incontri di educazione civica promossi dalle Politiche giovanili del Comune. I giovani, frequentanti le classi quarte e quinte, hanno preso coscienza non solo di cosa significa essere cittadino attivo e consapevole, ma anche del ruolo degli amministratori pubblici, chiamati a scelte e decisioni per il bene della comunità. Ad accogliere gli studenti in sala Gozzi, l’assessore alle Politiche giovanili Francesca Briani. “Continua con successo l’iniziativa per gli studenti delle scuole superiori, con un format pensato proprio per questa fascia di età. L’obiettivo è creare un dialogo diretto tra scuola e istituzioni, per avvicinare i giovani alla politica e promuovere quel confronto tra idee e valori che sono alla base del pluralismo democratico”.

Metodologia interattiva

All’incontro, improntato ad una metodologia interattiva, hanno partecipato il consigliere comunale emerito Leno Borghetich in rappresentanza dell’Associazione dei Consiglieri Emeriti del Comune di Verona, che collabora attivamente al progetto, e Roberta Spallone dell’Ufficio Interventi Educativi di Verona. Al termine della lezione, i ragazzi sono stati accompagnati in una visita guidata tra le sale di palazzo Barbieri, per approfondire il valore storico e culturale del municipio cittadino. I prossimi incontro si terranno il 12 febbraio, l’11 marzo, l’8 aprile e il 13 maggio.