Cronaca

Ancora droga ai bastioni, la Polizia prende un algerino

L'arresto grazie alla segnalazione di una signora

Ancora droga ai bastioni, la Polizia prende un algerino
Cronaca Villafranca, 18 Aprile 2017 ore 20:12

L'arresto grazie alla segnalazione di una signora

La mattina di Pasqua una signora, passeggiando lungo i bastioni di circonvallazione Oriani a Verona, si insospettisce alla vista di un cittadino extracomunitario seduto su una panchina che poco prima aveva velocemente dato ad un uomo una bustina. Decideva pertanto di allertare immediatamente la locale centrale operativa e nell’occasione fornisce una dettagliata descrizione dei capi di abbigliamento indossati dallo straniero.

Quest’ultimo, alla vista degli operatori di volante, lancia improvvisamente qualcosa al di là della recinzione sull’argine del fossato. Giunto in ausilio un altro equipaggio di Polizia, notato un certo rigonfiamento sul fianco destro e non potendo escludere che lo straniero celasse sul proprio corpo un’arma o altro strumento atto all’effrazione, si decide di perquisirlo.

In effetti, all’interno dei pantaloni viene rinvenuto e sequestrato un pezzo rettangolare di notevoli dimensioni contenente hashish. La ricerca proseguiva nelle immediate vicinanze della panchina ove era stato trovato il soggetto e anche in questo caso veniva rinvenuto un sacchetto contenente marijuana. Da ultimo, veniva sequestrata anche la sostanza stupefacente di cui il soggetto aveva tentato invano di disfarsi alla vista degli operatori di Polizia, per un peso complessivo di grammi 86 di fumo e grammi 8 circa di erba.

Nello zainetto dell'algerino veniva ritrovato un coltellino con una lama di circa 7 cm ancora sporca di sostanza marrone, tre telefoni cellulari e banconote di diverso taglio per un valore complessivo di euro 100.

Tenuto conto di quanto rinvenuto, Belhadj Abdelkader, algerino, classe 91, asseritamente domiciliato a Bologna, veniva arrestato in flagranza del reato di detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e trattenuto in una delle celle di sicurezza della questura in attesa della celebrazione del rito per direttissima che si è svolto nella giornata di ieri e all’esito del quale, dopo la convalida dell’arresto, lo straniero veniva rimesso in libertà con rinvio dell’udienza al prossimo 10 luglio.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter