Cronaca

Arilicense derubata dal marito

Nessun nascondiglio sarebbe stato abbastanza sicuro.

Arilicense derubata dal marito
Cronaca Garda, 05 Maggio 2018 ore 11:24

Arilicense derubata dal marito. Nessun nascondiglio sarebbe stato abbastanza sicuro.

La denuncia

Quando i Carabinieri della Stazione di Peschiera del Garda hanno ricevuto la denuncia di furto in abitazione sporta da una 30enne del posto, hanno subito constatato che c’era qualcosa di anomalo nella vicenda: i risparmi di anni di duro lavoro come cameriera in una struttura turistica sul Garda sembravano letteralmente volatilizzati, senza che nell’abitazione arilicense della vittima venisse rilevata alcuna traccia di scasso.

Troppo ordine per un furto

Tutto perfettamente in ordine, eccetto la sparizione di 12.000 euro che la giovane donna aveva occultato nel fondo di una pentola riposta insieme ad altre nell’armadio della cucina. Anche i pochi gioielli della vittima erano stati rubati.

I sospetti

Per le insolite modalità del furto, le indagini dei Carabinieri sono partite iniziando dalle persone più vicine alla vittima, soprattutto il marito, un bracciante agricolo con la velleità di vivere sopra le sue possibilità.

Acciuffato il marito ladro

Quando a conclusione di un pedinamento i militari dell’Arma l’hanno fermato per un controllo, l’uomo era in procinto di prendere un treno per Milano dalla Stazione di Peschiera del Garda: nella sua tasca i Carabinieri hanno trovato un rotolo di circa 5.000 euro in contanti, che era in procinto di spendere per acquistare un’auto usata. Altri 3.500 euro sono stati rinvenuti in un capanno agricolo, insieme agli ori della vittima; i 3.500 euro mancanti erano già stati spesi in pochi giorni di forsennato gioco d’azzardo. L’autore del furto è stato denunciato.