Assenteismo sui treni causa delle soppressioni giornaliere in Lombardia

Le 45/55 corse annullate al giorno potrebbero essere molte meno, secondo Trenord.

Assenteismo sui treni causa delle soppressioni giornaliere in Lombardia
Garda, 09 Giugno 2018 ore 11:55

Il caso evidenziato in Lombardia

Come riportato dal Giornale di Lecco, oggi parliamo di assenteismo sui terni: in media, ogni giorno, il 10% dei 1000 macchinisti e dei 1200 capitreno in servizio in Lombardia non è al lavoro. Così ha tirato le somme Trenord in una comunicazione inviata nei giorni scorsi ai sindacati. E il servizio ferroviario lombardo torna sotto i riflettori.

Assenteismo sui treni

Insomma, tra i 45 e i 50 treni non partirebbero ogni santo giorno per via del fatto che risulta a volte impossibile formare gli equipaggi che garantiscono la circolazione. E l’azienda ferroviaria regionale ha cominciato a convocare alcuni lavoratori per colloqui faccia a faccia. Considera questi dati un’anomalia e vuole vederci chiaro.

Statistiche fuori dalla media

Le 45/55 soppressioni al giorno in regione potrebbero essere molte meno – questa la tesi di Trenord – se dal 2017 al 2018 il tasso giornaliero di assenti non fosse passato dall’8 al 10%. La vexata quaestio fra azienda e sindacati (la sigla di base Orsa, in primis) è se sia “normale” oppure no un dato pari fino a un terzo di assenze su 220 giorni lavorativi all’anno. Sarebbero circa sessanta i dipendenti sotto la lente.