Cronaca

Atti di autoerotismo in piazza Cittadella, arrestato un 43enne

L'uomo è stato arrestato dalla polizia mentre si trovava con i pantaloni abbassati su una panchina

Atti di autoerotismo in piazza Cittadella, arrestato un 43enne
Cronaca Verona Città, 20 Luglio 2018 ore 14:35

Atti di autoerotismo in piazza Cittadella, arrestato un 43enne.

Atti osceni in luogo pubblico

Non si nascondeva agli occhi dei passanti El Khaouli Hamid, il marocchino di 43 anni che nel primo pomeriggio di ieri, intorno alle ore 14.30, è stato colto dai poliziotti mentre praticava atti di autoerotismo nei giardini di piazza Cittadella.

Turisti increduli

A segnalare l’accaduto è stata la titolare del “New Park Bar” che, avvisata da alcuni turisti danesi della presenza del “Gentleman” – così è stato ironicamente definito –, ha allertato la Polizia. Immediato l’intervento degli agenti delle Volanti della Questura di Verona che hanno colto l’uomo in flagranza, seduto con i pantaloni abbassati su di una panchina del parco, noncurante non solo dei numerosi passanti ma anche dei minori presenti.

L'uomo aveva numerosi precedenti

Lo straniero, che alla vista dei poliziotti ha cercato di coprirsi, è stato arrestato per il reato di atti osceni in luogo pubblico e accompagnato presso gli Uffici della Questura. Gli accertamenti successivi hanno fatto emergere, a carico dell’uomo, numerosi precedenti specifici, palesemente in linea con l’atteggiamento di indifferenza rispetto alle regole generali del pudore, dimostrato quel pomeriggio.

La pena

Detenuto, su disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica, presso le camere di sicurezza della Questura, El Khaouli Hamid è stato sottoposto nella mattinata odierna a rito direttissimo: il giudice, dopo la convalida dell’arresto, ha applicato nei confronti dello straniero la misura cautelare del divieto di dimora nella provincia di Verona e rinviato l’udienza al prossimo 12 novembre. L’intervento celere degli agenti di Polizia, sostenuti con parole di vivo apprezzamento dai presenti che, prima dell’arresto, avevano involontariamente assistito alla sgradevole scena, ha consentito di ripristinare la quotidiana serenità del parco: spazio frequentato da famiglie, circondato da attività commerciali e istituti scolastici, zona di passaggio per i flussi di turisti diretti verso il centro della città scaligera.