Autovelox tangenziale Nord numerose le multe

Nelle prime dodici ore, fino a ieri mattina, ha individuato ben 28 automobilisti che hanno superato i limiti.

Autovelox tangenziale Nord numerose le multe
Verona Città, 13 Ottobre 2019 ore 12:16

Autovelox tangenziale Nord numerose le multe.

Autovelox tangenziale Nord numerose le multe

La Tangenziale Nord si conferma la strada più pericolosa di Verona. A renderla tale è l’alta velocità e il comportamento degli automobilisti che, anche nei tratti in cui è fissato il limite dei 70 km/h, dettato dalla conformazione dell’arteria urbana, sfrecciano a oltre 100 km/h.

Mancato rispetto dei limiti

La conferma del mancato rispetto dei limiti viene dai dati rilevati dal nuovo autovelox, installato sulla Tangenziale Nord, tra San Massimo e Santa Lucia, proprio per garantire la sicurezza degli utenti. Il nuovo sistema di rilevamento della velocità ha cominciato a sanzionare dalla mezzanotte di venerdì 11. Nelle prime dodici ore, fino a ieri mattina, ha individuato ben 28 automobilisti che superavano i 100 km/h. Il record appartiene a chi ha percorso questo tratto di bretella ai 127 km/h, caso non isolato visto che c’è chi è transitato ai 123 km/h e ai 121. Complessivamente, nelle prime 12 ore di funzionamento, i verbali per eccesso di velocità sono stati 366. Il primo automobilista ad essere sanzionato percorreva, su una Dacia Duster, questa tratto di Tangenziale Nord ai 102 all’ora, un minuto dopo la mezzanotte.

I verbali arriveranno entro una settimana

Va ricordato che alcune violazioni sulla velocità prevedono, oltre alla sanzione pecuniaria, anche la decurtazione dei punti patente. I verbali saranno notificati rapidamente già nel corso della prossima settimana, proprio per evitare che chi percorre regolarmente l’arteria possa incorrere in altre sanzioni. “Nonostante la campagna informativa, i messaggi sui pannelli e i cartelli, i veronesi continuano a usare la bretella come se fosse un circuito automobilistico”, dice il comandante della Polizia Municipale, Luigi Altamura. “Siamo impressionati dal numero di verbali delle prime ore di funzionamento dell’autovelox perché dimostra che il lavoro da fare per garantire a tutti la sicurezza è ancora molto. Sull’alta velocità non si scherza è tra le prime cause di mortalità su strada e il gestore delle arterie ha precise responsabilità per evitare l’incidentalità. Far cambiare le abitudini non è mai semplice, ma la leggerezza con cui gli automobilisti affrontano la tangenziale va corretta. Il rispetto dei limiti è vitale, non mi stancherò mai di dirlo. Ancora c’è gente che la percorre a 120 km/h. Affinché la nostra azione sia più incisiva, notificheremo i verbali con grande celerità, in maniera che chi la percorre regolarmente abbia presto la consapevolezza del rischio che sta correndo”.

Top news
Turismo 2020
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità