Menu
Cerca
Verona

Aveva falsificato un testamento e alterato un assegno bancario: latitante arrestato dopo 15 anni

Nel 2006, oggetto di attenta osservazione era stata un’azienda per cui lavorava che era stata dichiarata fallata ma i cui amministratori sono stati condannati, insieme a lui, per bancarotta fraudolenta in concorso.

Aveva falsificato un testamento e alterato un assegno bancario: latitante arrestato dopo 15 anni
Cronaca Verona Città, 20 Maggio 2021 ore 09:09

Nell’ambito della quotidiana azione di controllo del territorio che i militari dell’Arma svolgono, nella giornata di martedì 18 maggio 2021 i Carabinieri della stazione di San Massimo hanno rintracciato e tratto in arresto un napoletano classe '54, pregiudicato, sul quale pendeva un ordine di carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni del tribunale di Verona.

Aveva falsificato un testamento e alterato un assegno bancario

L’uomo, nel 2005, si era reso responsabile dei reati di falsità in scrittura privata, falsità in testamento olografo o titoli di credito, e l’anno successivo, nel 2006, oggetto di attenta osservazione era stata un’azienda per cui lavorava, dichiarata fallata ma i cui amministratori sono stati condannati, insieme a lui, per bancarotta fraudolenta in concorso.

L’uomo aveva ben pensato di alterare un assegno bancario (in origine di 756 euro, da lui modificato in 4.756 euro) e farlo mettere all’incasso da una società elettrotecnica di Verona.

Dopo oltre 15 anni la giustizia non ha dimenticato il debito che 67enne doveva ancora saldare e così per questa serie di reati dovrà scontare 4 anni e 2 mesi di reclusione presso il carcere di Trento.