Menu
Cerca
Verona

Bambina piange accanto al padre immobile, era ubriaco e al suo risveglio ha aggredito gli agenti

Gli agenti sono intervenuti dopo la segnalazione di una donna preoccupata di fronte alla disperazione della bimba

Bambina piange accanto al padre immobile, era ubriaco e al suo risveglio ha aggredito gli agenti
Cronaca Verona Città, 31 Maggio 2021 ore 15:39

Non dava segni di vita quando è stato trovato dagli agenti delle Volanti della Questura.

Bambina piange accanto al padre immobile

Era riverso su una panchina del parco pubblico in piazza Marinai d’Italia e, accanto a lui, c’era la figlia piccola che, tra le lacrime, cercava invano di risvegliarlo.

Gli agenti intervenuti, inviati sul posto ieri sera, domenica 30 maggio 2021 intorno alle 19.30, a seguito della segnalazione di una donna preoccupata di fronte alla disperazione della bimba si sono dapprima presi cura della minore per poi dedicarsi a suo padre che, nonostante le sollecitazioni verbali e i ripetuti tentativi di ridestarlo, continuava a non rispondere agli stimoli.

Era ubriaco

Lo stato di incoscienza in cui versava, determinato dall’abuso di sostanze alcoliche, si è trasformato, di lì a pochi minuti, in aggressività nei confronti degli operatori di Polizia che si è trovato davanti: una volta sveglio, senza dubbio ancora annebbiato dai fumi dell’alcool, il trentunenne originario della Romania ha, infatti, iniziato ad inveire contro gli agenti, a minacciarli per poi aggredirli fisicamente.

Arrestato per resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale, l’uomo è stato trattenuto presso gli Uffici della Questura, in attesa del rito direttissimo fissato per la mattinata odierna. Stamane il giudice, dopo la convalida dell’arresto, ha rinviato l’udienza il prossimo 13 luglio.
La figlioletta di 5 anni è stata riaffidata alle cure della mamma.