Nel fine settimana

Bardolino ospita le finali del campionato italiano di Calisthenics

Sabato 25 e domenica 26 luglio appuntamento nella nuova struttura installata nella zona sportiva per l’assegnazione dei titoli nazionali nelle diverse categorie

Bardolino ospita le finali del campionato italiano di Calisthenics
Garda, 23 Luglio 2020 ore 10:13

Sabato 25 e domenica 26 luglio appuntamento nella nuova struttura installata nella zona sportiva.

Si assegnano i titoli nazionali nelle diverse categorie

 Sabato 25 e domenica 26 luglio Bardolino, sul Lago di Garda, sarà il palcoscenico delle finali del campionato italiano di Calisthenics, la disciplina sportiva che prevede il raggiungimento di abilità atletiche a corpo libero con il supporto di strutture come sbarre, parallele e anelli della ginnastica. A sfidarsi saranno i 42 migliori atleti italiani nelle varie categorie, all’interno della struttura dedicata al Calisthenics installata dal Comune di Bardolino nell’area sportiva all’inizio della passeggiata Rivalunga:

«Dopo Rimini, Riccione e altri grandi località turistiche italiane, siamo onorati di poter ospitare quest’anno le finali di questa disciplina in forte ascesa. La gabbia di Calisthenics a Bardolino è stata richiesta da molti ragazzi del paese e dalle associazioni sportive, che per la loro preparazione atletica, utilizzano l’allenamento funzionale – ha spiegato l’assessore allo sport del Comune, Fabio Sala – e proprio questo evento coinciderà con l’inaugurazione della struttura che rimarrà a disposizione di tutti».

Ingresso libero: cos’è il Calisthenics

Le gare che assegneranno i titoli nazionali partiranno sabato 25 luglio alle 10.30 e proseguiranno fino alle 22.15, alternando le diverse categorie di peso e genere, per poi riprendere domenica alle 10.15 e concludersi alle 18 con le premiazioni ufficiali. L’ingresso alla manifestazione sarà libero. Il Calisthenics è una disciplina a corpo libero che da qualche anno a questa parte si sta diffondendo in Italia e nel mondo riscontrando grande successo tra i più giovani e i meno giovani, grandi e piccoli, uomini e donne, per le sue qualità allenanti. Dal greco Kalos, bello e Sthenos, forza, il Calisthenics  si basa principalmente su movimenti naturali del corpo, facendo leva su un’attrezzatura minima, come la classica sbarra e due sostegni paralleli. Il metodo è legato alla ginnastica artistica, con cui condivide alcuni esercizi e soprattutto l’attenzione alla corretta esecuzione dei movimenti, fondamentale per allenarsi in maniera costante, senza incorrere in infortuni fisici. Il Calisthenics può essere praticato in palestra, a casa o all’aria aperta, tanto da essere stato definito uno Street Work Out, allenamento da strada:

«A Bardolino abbiamo scelto di posare una struttura ampia nelle dimensioni in modo tale che possa essere fruita da più persone in contemporanea ed è stata ragionata e progettata sia per utilizzi fitness,amatoriali ma anche evoluti e professionali,in modo da abbracciare tutte le esigenze di impiego – ha proseguito Fabio Sala -. La struttura posata è considerata tra le migliori outdoor nel nord Italia ed è appunto per questi motivi che gli organizzatori dei Campionati Italiani di Calisthenics hanno scelto Bardolino».

Il commento degli organizzatori

Ad organizzare l’evento sarà Burningate, in collaborazione con la Fondazione Bardolino Top e il Comune di Bardolino:

«Per il settimo anno consecutivo organizzeremo le finali del campionato italiano delle categorie freestyle, endurance & strength uomo e donna – ha spiegato Manuel Stella, fondatore di Burningate –. Ciò che fino a qualche settimana fa sembrava irrealizzabile è stato possibile grazie alla preziosa disponibilità del Comune di Bardolino, un vero e proprio gioiellino sul Lago di Garda che ha deciso di ospitare le gare  nell’area adibita al Calistenics di recente installazione. In un momento davvero particolare per il nostro Paese, l’organizzazione di questo evento sportivo rappresenta una doppia vittoria a livello sportivo e sociale».

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità