Cronaca
Gli ha rotto i denti

Beccato il 18enne che ha massacrato un cameriere per una sigaretta negata

I suoi amici, invece di fermarlo, l'hanno incoraggiato: quando però è arrivata la Polizia sono scappati come dei codardi.

Beccato il 18enne che ha massacrato un cameriere per una sigaretta negata
Cronaca Verona Città, 15 Dicembre 2022 ore 15:34

La Polizia Locale di Verona, ha provveduto nella giornata di giovedì 15 dicembre, ad eseguire una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari, dr. Luciano Gorra, su richiesta del Pubblico Ministero dsa Maria Diletta Schiaffino, nei confronti di T.M.S, 18enne, resosi protagonista di un brutale pestaggio nei confronti di un giovane cameriere in piazza Viviani lo scorso 3 dicembre.

Beccato il 18enne che ha massacrato un cameriere per una sigaretta negata

Il personale del Reparto Territoriale della Polizia Locale, presente in centro per i servizi in occasione dei Mercatini di Natale, è prontamente intervenuto dopo un minuto dall’aggressione a cui hanno assistito altri sei giovani, tutti fuggiti alla vista della pattuglia, e dal quel momento sono iniziate le approfondite indagini, subito riferite al Pubblico Ministero di turno.

Grazie al video integrale dell’episodio criminoso e alla ricerca di ulteriori fonti di prova, soprattutto di ulteriori immagini delle decine delle telecamere di videosorveglianza pubbliche e private esistenti nel centro storico, è stato possibile individuare la persona, soggetto di indole violenta, da poco divenuta maggiorenne, resasi protagonista di una violenta condotta, consistita nel colpire la persona offesa in pieno volto con un pugno tanto violento da causare la caduta di due denti incisivi, infierendo sull’aggredito con ripetuti calci al corpo, anche mentre questi giaceva a terra inerme, il tutto per un motivo banale, facendosi forte dell’appartenenza al gruppo di giovani che poco prima aveva insultato e provocato il giovane cameriere.

La responsabilità penale dell’arrestato sarà accertata solo all’esito del giudizio con sentenza penale irrevocabile

Seguici sui nostri canali