Borseggiatori sul lago, quattro arresti

Prosegue l’operazione spiagge sicure finalizzata alla prevenzione di reati ai danni di turisti, al contrasto del consumo di sostanze stupefacenti e al controllo e allontanamento delle persone che si ritiene possano delinquere

Borseggiatori sul lago, quattro arresti
Cronaca 30 Luglio 2016 ore 13:00

Prosegue l’operazione spiagge sicure finalizzata alla prevenzione di reati ai danni di turisti, al contrasto del consumo di sostanze stupefacenti e al controllo e allontanamento delle persone che si ritiene possano delinquere

Prosegue l’operazione spiagge sicure dei carabinieri della Compagnia di Peschiera del Garda, finalizzata alla prevenzione di reati ai danni di turisti, al contrasto del consumo di sostanze stupefacenti e al controllo e allontanamento delle persone che si ritiene possano delinquere.

La scorsa mattina i carabinieri di Peschiera sono tornati anche nell’ex Camping dell’Uva in località Campanello di Castelnuovo, per l’ennesimo controllo che ha consentito l’identificazione di due ventenni pregiudicati di origini marocchine, denunciati poiché sorpresi all’interno di un bungalow in disuso occupato abusivamente. Uno dei due ragazzi accompagnati in caserma per il disbrigo delle formalità di rito si è rifiutato di farsi fotosegnalare e ha dato in escandescenza, venendo arrestato per la resistenza opposta ai Carabinieri.

Proseguendo i controlli sulla costa, a Castelnuovo del Garda i carabinieri in due diverse circostanze hanno tratto in arresto in flagranza di reato quattro borseggiatori di nazionalità straniera, di cui tre minorenni. Dopo aver derubato dei portafogli cinque turisti nordeuropei, venivano bloccati dai militari. Per il ventenne il Tribunale di Verona ha convalidato l’arresto rimettendolo in libertà, mentre i tre minorenni sono stati riconsegnati ai rispettivi familiari.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità