Macabra scoperta

Cadavere carbonizzato Verona: è un 42enne sardo. Si segue la pista del suicidio

Primi riscontri dalle indagini svolte dalla Questura scaligera sul macabro ritrovamento. Prende corpo la pista di un possibile gesto estremo.

Cadavere carbonizzato Verona: è un 42enne sardo. Si segue la pista del suicidio
Verona Città, 28 Giugno 2020 ore 10:41

Primi riscontri sull’identità del cadavere ritrovato carbonizzato all’interno della vettura. Si segue anche la pista del suicidio.

Un 42enne sardo

Proseguono serrate le indagini della Questura di Verona sul macabro ritrovamento, nella notte tra venerdì e sabato, di un cadavere all’interno di un’auto bruciata. E iniziano ad emergere i primi riscontri: pare infatti che l’uomo trovato carbonizzato all’interno della vettura sia un 42enne sardo, ma residente a Verona. Al vaglio degli inquirenti diverse piste sul tragico episodio, non ultima quella di un possibile gesto estremo da parte dell’uomo.

L’intervento dei Vigili del fuoco

Nella notte tra venerdì 26 giugno e sabato 27 giugno 2020, i Vigili del Fuoco sono stati chiamati per spegnere un incendio in Via del Pestrino a Verona. Nello specifico si trattava di un’automobile in fiamme.

Il macabro ritrovamento

Sul posto, oltre ai Vigili del Fuoco, è giunta anche l’automedica e la Polizia in quanto, all’interno della vettura in fiamme è stato trovato un cadavere carbonizzato. Di lì le indagini per poter rendere nota l’identità della persona e per capire le cause che hanno innescato l’incendio, che ora hanno dato i primi riscontri.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Curiosità