Campus esperienziale, giovani al servizio della comunità

Concluso il progetto che ha visto i ragazzi di Sommacampagna impegnati nella cura dei parchi.

Campus esperienziale, giovani al servizio della comunità
Villafranca, 14 Agosto 2018 ore 19:26

Si è concluso anche a Sommacampagna il Campus esperienziale.

Campus esperienziale: giovani al lavoro

Il Campus esperienziale è un progetto finanziato da un bando regionale al quale il comune di Sommacampagna ha partecipato insieme ad altri comuni dell’Ulss 9.
Il progetto prevede un’esperienza di simulazione lavorativa per i giovani del territorio, di età compresa tra i 13 e i 17 anni, individuati dai servizi sociali. Con questo progetto viene offerto ai ragazzi la possibilità di lavorare per un mese, in attività di pubblica utilità. Il lavoro quotidiano è suddiviso dal lunedì al venerdì per 4 ore al giorno, ed è seguito da un educatore. Ogni comune definisce i lavori da svolgere. Per Sommacampagna gli Assessorati coinvolti sono stati: Politiche Sociali, educative e Giovanili assessore Alessandra Truncali e Lavori Pubblici assessore Fabrizio Bertolaso.
L’ufficio Lavori Pubblici, nella persona del Responsabile tecnico, il geometra Fabio Gasparini, ha selezionato i lavori da svolgere e definito il programma di lavoro, individuando gli interventi necessari sulle panchine di legno dei vari parchi giochi del territorio comunale. L’ufficio ha aiutato i ragazzi nell’acquisto dei materiali necessari e nell’aspetto concreto dell’esecuzione dei lavori.
L'educatore-tutor Jihed Ammami, individuato dalla coop. Hermete partner di questo progetto, ha poi organizzato e gestito il lavoro quotidiano con i 3 ragazzi partecipanti.

Impegnati nella cura dei parchi

Hanno iniziato il 16 luglio e finito il 3 agosto (tre settimane). Dopo aver frequentato un breve corso sulla sicurezza e sulle tecniche di lavoro base, si sono impegnati nella "manutenzione parchi gioco,verde pubblico comunale”-nel parco giochi in lottizzazione Monte Molin, nel parco giochi via Vigo, parco giochi via Don Tramonte e parco giochi Bissara.
I ragazzi hanno dimostrato un notevole interesse per il progetto, svolgendo puntualmente gli incarichi assegnati, rispettando gli orari e le consegne, impegnandosi anche nell’acquisto del materiale.
Alle loro famiglie verrà dato un piccolo contributo, simbolico, a riconoscimento dell’impegno profuso.
Così scrive il geometra Gasparini nella sua relazione finale: «(…) abbiamo affrontato dei lavori di semplice manualità come concordato, ma che proprio perché semplici e soprattutto sotto gli occhi di tutta la popolazione di Sommacampagna occorreva venissero eseguiti con una certa precisione. In definitiva i ragazzi seguendo le precise indicazione mie e soprattutto dell'educatore al loro seguito hanno eseguito un ottimo lavoro (…)».

"Ci siamo divertiti tutti"

L., uno dei ragazzi coinvolti nel progetto, commenta: «A parer mio ci siamo divertiti tutti e ammetto che pensavo fosse un lavoro molto più facile. È stato un percorso travagliato tra il caldo e le vespe ma nel complesso molto buono. È tutt’altra cosa rispetto alle esperienze che avevo!»
Aggiunge Z.: «Quando si diventa grandi non si riesce più a vedere il mondo con gli occhi dei bambini. È stato bello riportare le cose a come le si vedevano da piccoli, come me le ricordo io, così che anche i bambini di oggi possano giocarci e conservarne il ricordo». Aggiunge E.: «Avevo già fatto lavori del genere insieme a mio padre, all’inizio pensavo fosse un lavoro semplice e leggero, poi ho capito che non era del tutto così. Non sono una persona a cui piace fare lavori manuali ma mi sono trovato bene, anche con i compagni, e sono contento di questa esperienza.»
Commenta l’assessore al Sociale, Alessandra Truncali: «La conclusione di questa prima esperienza di campus esperienziale nel Comune di Sommacampagna ha portato esiti molto positivi, i giovani hanno sperimentato il lavoro manuale imparando ad essere attenti ai dettagli e a rispettare consegne e orari, inoltre il ripristino di beni comuni è un contributo a favore di tutta la cittadinanza».