Capodanno, marocchino picchia un poliziotto

L'agente era intervenuto per una rissa fra extracomunitari durante il servizio di sicurezza per il concerto in Piazza Brà

Capodanno, marocchino picchia un poliziotto
Cronaca 02 Gennaio 2018 ore 16:32

L'agente era intervenuto per una rissa fra extracomunitari durante il servizio di sicurezza per il concerto in Piazza Brà

Notte di capodanno intensa per la Polizia di Stato, non solo sul fronte dell’ordine pubblico, ma anche sotto il profilo della prevenzione e repressione dei reati.

Proprio durante il servizio di sicurezza per il concerto in Piazza Brà a Verona, il personale del 2° Reparto Mobile di Padova è intervenuto, per la segnalazione di una lite fra cittadini extracomunitari.

Grazie al rapido intervento degli operatori, gli animi sono stati sedati e tutti gli stranieri identificati. Uno di questi, Abba Rachid, cittadino marocchino del '97, già destinatario di un ordine a lasciare il territorio nazionale emesso del Questore di Palermo e del relativo decreto di respingimento emesso dal Prefetto di Palermo, durante gli accertamenti di rito, ha opposto resistenza nei confronti degli operatori e a più riprese ha tentato di sottrarsi al controllo.

In modo repentino, lo straniero ha poi sferrato un pugno al volto di un poliziotto colpendolo violentemente alla mandibola. L’agente è stato accompagnato presso il pronto soccorso dell’Ospedale di Borgo Roma e successivamente rilasciato con prognosi di 20 giorni salvo complicazioni.

Il cittadino marocchino, invece, una volta messo in sicurezza, è stato arrestato per il reato di lesioni finalizzate a commettere il reato di resistenza a pubblico ufficiale e giudicato per rito direttissimo nella mattinata odierna, 2 gennaio 2018. Dopo la convalida dell’arresto, il G.I.P. ha disposto la misura cautelare del divieto di dimora nel Comune di Verona nell’attesa del rinvio dell’udienza al 19 gennaio 2018.